M&A, trattativa Icbpi-Bassilichi, si punta a chiudere entro semestre - fonti

giovedì 10 marzo 2016 18:02
 

MILANO, 10 marzo (Reuters) - Le trattative per l'acquisizione di Bassilichi da parte dell'Istituto centrale delle banche popolari (Icbpi) sono in corso e, sebbene non vi sia certezza sull'esito, c'è chi spera di chiudere entro la fine del primo semestre.

E' quanto dicono tre fonti vicine alla situazione.

L'indiscrezione sta rimbalzando da alcuni giorni sulla stampa nazionale. Ma, di fatto, era nell'aria sin da quando il controllo di Icbpi è passato agli operatori di private equity Bain Capital, Advent International e Clessidra.

Una fonte, nei mesi scorsi, indicava come potenziali target, per la 'nuova Icbpi', Sia e Bassilichi. La prima sarebbe il vero oggetto dei desideri degli azionisti della società a cui fa capo CartaSì, che, però, stando a più fonti, si sono visti la strada sbarrata da vari fattori (concorrenziale, volontà di Bankitalia di non vedere un asset strategico nelle mani di fondi esteri).

Così, Sia sta seguendo la strada che dovrebbe portarla a Piazza Affari.

A questo punto, lo sguardo di Bain, Advent e Clessidra (che per Icbpi, inoltre, pensano a uno sviluppo all'estero) si è rivolto a Bassilichi.

Il gruppo toscano attivo nella monetica, inserito nel progetto Elite di Borsa Italiana, pareva a sua volta avviato verso la quotazione.

Le condizioni dei mercati, però, sono tali da rendere difficili le Ipo quest'anno. E gli azionisti finanziari di Bassilichi da tempo sono in attesa di monetizzare almeno in parte l'investimento.

Negli anni scorsi Bassilichi aveva avviato colloqui con almeno un paio di operatori di private equity per aprirvi le porte del capitale. Secondo diverse fonti, le trattative erano state avviate con Permira e con Clessidra; quest'ultima, dunque, conosce l'asset molto bene.   Continua...