Risparmio gestito, flussi positivi ma in frenata in trim2 - Assogestioni

mercoledì 2 settembre 2015 12:41
 

MILANO, 2 settembre (Reuters) - Flussi positivi per 40 miliardi circa ma in rallentamento rispetto ai 56 miliardi dei primi tre mesi per il sistema del risparmio gestito nel periodo aprile/giugno; il secondo trimestre, secondo Assogestioni, chiude comunque i migliori sei mesi dell'industria dal 2003, cioè da quando vengono rilevati dati sia sulle gestioni collettive che su quelle di portafoglio.

Nel periodo i fondi aperti hanno raccolto 30,4 miliardi rispetto ai 39 miliardi circa del primo trimestre con in crescita solamente flessibili (a 16,9 da 15,4 miliardi) e monetari (a 2,5 miliardi da un rosso per 490 milioni circa). Le sottoscrizioni di azionari e obbligazionari accusano una decisa frenata, rispettivamente a 229 milioni da 5,4 miliardi e a 6,7 da 12,4 miliardi.

Più nel dettaglio della raccolta promossa, arrivano i riscatti sull'azionario Italia e si dimezzano le sottoscrizioni dei prodotti che investono sulle borse europee, che pur continuano ad essere quelli della categoria a raccogliere di più. Rispetto ai primi tre mesi tornano a raccogliere i governativi area euro di breve (1,26 da un rosso per 2 miliardi circa) e arrivano i riscatti su quelli a medio e lungo termine sia in euro (1 miliardo circa da sottoscrizioni per 4 miliardi circa) che in dollari. Se gli obbligazionari "high yield" in euro presentano una raccolta pressoché in linea al primo trimestre, quelli "investment grade" vedono riscatti per 870 milioni circa da una raccolta per oltre 2 miliardi tra gennaio e marzo. In decelerazione anche i flussi in ingresso verso obbligazioari flessibili, misti e soprattutto "altre specializzazioni" (a 1,55 miliardi da 3,8 miliardi). In aumento le sottoscrizioni degli obbligazionari paesi emergenti (a 1,28 miliardi da 758 milioni).

Sul fronte della gestioni, che hanno raccolto 9,7 da 16,6 miliardi di euro, rallentano i flussi di tutte le categorie eccetto quelle relative ai patrimoni previdenziali. In particolare, raccolgono meno le gestioni di prodotti assicurativi, che rappresentano la fetta più importante per patrimonio (34,8%), con flussi a 3,6 da 5,45 miliardi; in discesa anche le Gpm retail (3,3 da 7 miliardi).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia