Rigoni di Asiago valuta diverse opzioni dopo uscita Fondo Italiano-AD

lunedì 18 maggio 2015 16:47
 

MILANO, 18 maggio (Reuters) - Rigoni d'Asiago ritiene che la quotazione in Borsa o l'entrata nell'azionariato di un fondo o di un partner possano essere opzioni da considerare quando il Fondo Italiano d'Investimento uscirà dal capitale nel 2017.

Lo ha detto l'amministratore delegato della società Andrea Rigoni, a margine dell'evento "Le eccellenze del Food&Beverage non quotato e la finanza".

L'Ipo "non la vediamo come unica opzione, la vediamo come una delle opportunità", ha spiegato Rigoni, ricordando che il Fondo Italiano d'Investimento resterà socio dell'azienda fino alla fine del 2017.

"Abbiamo altri due anni per prepararci al futuro e soprattutto all'uscita del Fondo. Ci sono diverse strade", ha spiegato, ricordando tra queste l'apertura a un partner finanziario o a un fondo di private equity o un'allenza commerciale.

Nel frattempo Rigoni intende concentrarsi sulla crescita, investendo sulle strutture produttive per poi espandersi in altri mercati, innanzitutto quelli europei e poi Usa e Giappone.

Rigoni di Asiago produce marmellate e altri prodotti da agricoltura biologica.

Il Fondo Italiano d'Investimento ha circa il 35% del capitale.

(Elisa Anzolin)   Continua...