6 marzo 2015 / 12:52 / 2 anni fa

PUNTO 1-Rcs, esclusiva su cessione Libri a Mondadori, ma deciderà nuovo Cda

* Cda decide "a maggioranza" su esclusiva a Mondadori per Libri

* Titoli si rafforzano con Mondadori a quasi +10%, Rcs +2%

* Trattative esclusive per cessione radio a Clessidra (Aggiunge andamento titoli, commento analisti)

di Claudia Cristoferi

MILANO, 6 marzo (Reuters) - Il Cda di Rcs ha deciso, pur senza unanimità, di proporre a Mondadori un periodo di esclusiva fino al 29 maggio per approfondire termini e condizioni dell'eventuale compravendita di Rcs Libri, "riservandosi ogni conseguente valutazione nel merito".

Il Cda non chiude così la porta all'offerta non vincolante avanzata dal concorrente ma rimanda la decisione finale al nuovo Cda che si insedierà con l'assemblea del 23 aprile.

Rcs ha inoltre avviato una negoziazione in esclusiva "con un primario operatore finanziario" per la possibile cessione della quota di partecipazione del 44,45% detenuta in Finelco, holding che controlla Radio 105, Radio Monte Carlo e Virgin Radio.

Una fonte vicina alle trattative dice che si tratta del fondo Clessidra, a conferma di quanto anticipato da Reuters alcuni giorni fa.

Reazione positiva dei titoli in borsa con Mondadori in rialzo di circa il 9,5%: saliva di oltre il 5% già prima della nota sull'onda delle indiscrezioni stampa che davano per probabile un via libera del Cda di via Rizzoli alle negoziazioni per la vendita del Libri.

Migliora anche Rcs, che intorno alle 13,45 guadagna il 2% rispetto all'andamento piatto precedente il comunicato.

La vendita dei Libri, non prevista nel piano industriale a differenza di quella delle attività radio, avrebbe un impatto positivo importante sul debito di Rcs e ridurrebbe il rischio di una nuova ricapitalizzazione, sottolineano diversi broker.

Esn/Banca Akros sottolineava per contro, in un recente report, che una cessione sulla parte elevata delle stime (150 milioni) avrebbe un impatto neutro sulla complessiva valutazione della società dato che la riduzione del debito sarebbe controbilanciata da una maggiore esposizione del gruppo ai ricavi pubblicitari, molto più volatili di quelli dei libri.

Secondo quanto riferito da alcune fonti a Reuters il mese scorso, un accordo tra Mondadori e Rcs potrebbe essere raggiunto su una valutazione dell'asset tra i 120 e i 150 milioni. Le stime date dal gruppo a novembre prevedono un debito 2014 sotto i 500 milioni.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below