Giappone, fondo pubblico compra azioni oltre attese in trim4, riduce JGBs

venerdì 27 febbraio 2015 13:51
 

TOKYO, 27 febbraio (Reuters) - Il fondo pensione pubblico del Giappone, il più grande del mondo, ha acquistato azioni domestiche per un valore attuale di circa 15 miliardi di dollari nel quarto trimestre dell'anno scorso, più del previsto, riducendo parallelamente l'esposizione alle obbligazioni sovrane giapponesi.

L'approccio aggressivo verso l'azionario del Government Pension Investment Fund (GPIF) ha alimentato le speranze che ci sia ancora spazio di salita per la borsa di Tokyo, oggi sui massimi degli ultimi quindici anni.

L'equity giapponese del fondo è salito al 19,8% del portafoglio a fine dicembre dal 17,79% del 30 settembre e i bond sono diminuiti al 43,13% dal 48,39%.

Corretto per il rialzo del listino giapponese di circa l'8% nel trimestre, il fondo ha acquistato azioni per 1.700 miliardi di yen netti (14 miliardi di dollari) secondo lo strategist di Daiwa Securities, Shingo Kumazawa.

I cambi di strategia del fondo da 137.000 miliardi di yen(1.150 miliardi di dollari, più del Pil annuo del Messico) sono guardati da vicino dai mercati perchè uno spostamento di un punto percentuale si traduce in un trasferimento di circa 10 miliardi di dollari.

Se il fondo mantenesse per tutto l'anno il ritmo di acquisti sull'azionario del quarto trimestre, il totale di 6.800 miliardi di yen sarebbe più del doppio di quanto acquistato sul secondario dalla Banca del Giappone nell'ambito del suo programma di "quantitative easing".

L'esposizione ai bond esteri è salita al 13,14% nell'ultimo trimestre del 2014 da 11,84% e quella alle azioni al 19,64% dal 16,98%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia