PUNTO 1-Risanamento, si rompono trattative con Idea Fimit su Santa Giulia

martedì 1 aprile 2014 19:32
 

(Riscrive con dichiarazioni fonti)

MILANO, 1 aprile (Reuters) - Dopo tante proroghe, si interrompono le trattative tra Risanamento e Idea Fimit Sgr, che aveva presentato il 30 luglio scorso un'offerta vincolante per la creazione di un fondo di sviluppo immobiliare per l'area di Milano Santa Giulia.

Una nota di Risanamento spiega che "non si sono avverate, entro il termine del 31 marzo 2014, tutte le condizioni sospensive contrattualmente previste".

Secondo quanto riferisce una fonte a diretta conoscenza della situazione, la società immobiliare valuterà ora cosa fare dell'area milanese ancora in buona parte sotto sequestro e da bonificare. "Risanamento non ha vincoli ora. Potrà restare in contatto con Idea Fimit o cercare altri partner, vendere l'area o svilupparla con l'aiuto di altri operatori e nuovi finanziatori: non ha un modello rigido, valuterà le opportunità più interessanti", dice.

Il piano di Idea Fimit prevedeva l'apporto dell'area in un fondo di cui Risanamento sarebbe stata principale azionista con azioni di classe B accanto a nuovi investitori (con azioni di classe A) che avrebbero portato 60 milioni di cassa fresca. L'area veniva valorizzata circa 700 milioni, compreso un debito di poco più di 300 milioni.

Tra le condizioni che non si sono avverate e che hanno portato al decadimento dell'offerta vincolante, c'è il mancato ottenimento, "da parte di Idea Fimit, per conto del fondo, delle necessarie risorse finanziarie e del sostegno del ceto bancario all'operazione": "Non sono state raggiunte intese su alcuni punti degli accordi relativi all'apporto (degli immobili al fondo) e le potenziali banche finanziatrici non hanno espresso a Idea Fimit indicazioni formali circa la loro disponibilità a mettere a disposizione i finanziamenti necessari al buon esito dell'operazione", si legge nella nota di Risanamento.

Una seconda fonte mette in luce che il ceto bancario di cui si parla nella nota sono le stesse banche creditrici e azioniste di Risanamento, in primis Intesa Sanpaolo.

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia