Fii, in tre anni 785 mln, Saccomanni esorta ampliare investimenti

mercoledì 12 febbraio 2014 14:59
 

ROMA, 12 febbraio (Reuters) - Il Fondo italiano di investimento (Fii) ha investito in tre anni 785 milioni di euro, pari al 75% del suo capitale disponibile di 1,2 miliardi e ora punta ad allargare la sua gamma di attività coinvolgendo anche il mondo assicurativo in prossime nuove iniziative.

Il bilancio dei primi tre anni di attività del Fondo, nato su iniziativa del ministero dell'Economia e delle finanze e partecipato anche da Cdp, Abi, Confindustria, oltre che da Intesa Sp, Unicredit, Banca Mps, l'Istituto centrale delle banche popolari e altre banche, è stato illustrato al ministero presieduto da Fabrizio Saccommanni, in una conferenza stampa.

"Questa iniziativa va proseguita, so di poter contare sull'approvazione di tutti i soci. Troveremo il modo di continuare", ha detto Saccomanni dopo aver auspicato che l'iniziativa possa ampliarsi.

"Quello che questo strumento può fare è significativo", ha detto il ministro esortando "a uno sforzo congiunto per sviluppare in concreto i mini Bond, magari con un fondo di fondi o quanche altra diavoleria della finanza per far accedere le nostre imprese a questo mercato obbligazionario semplificato".

Poco prima il ministro aveva sottolineato che da tempo il governo sostiene la necessità "che il sistema finanziario italiano si doti di strumenti aggiuntivi rispetto al canale bancario per consentire alle imprese di andare verso investimenti a lungo termine". Per questo, ha detto il ministro, vanno sviluppate iniziative come i mini bond, il private equity e il venture capital.

Il presidente del Fondo, Innocenzo Cipolletta, a margine della presentazione ha detto a Reuters che le strade immediate per ampliare, come auspicato dal ministro, l'attività del Fii sono essenzialmente due: "Da un lato pensiamo al riutilizzo dei ritorni degli investimenti fatti, poi si pensa ad allargare la gamma degli investimenti per nuove iniziative, come fondi di fondi, coinvolgendo il mondo assicurativo, penso a fondi pensione e casse previdenziali".

Il dettaglio dell'attività del Fii è stato illustrato dall'Ad Gabriele Cappellini. Partito il 9 novembre 2010 nel pieno della crisi, il fondo ha investito direttamente 360 milioni in 37 iniziative con un impegno medio da 10 milioni e una quota di partecipazione al capitale, sempre di minoranza, in media del 24%.

Gli investimenti diretti nel capitale delle imprese sono presenti in diversi settori, con prevalenza in quelli delle macchine utensili e impianti (24%), della componentistica industriale (21%), dei servizi (18%).

Altri 425 milioni sono stati investiti in fondi di fondi con 21 operazioni e un impegno medio da 20 milioni per ciascun fondo. A questi investimenti indiretti in fondi di fondi sono riconducibili circa 50 imprese, per un fatturato totale di 1,8 miliardi e 12.500 dipendenti.   Continua...