PUNTO 3-Poltrona Frau, Haworth acquisterà 58,6%, poi Opa obbligatoria

mercoledì 5 febbraio 2014 18:06
 

(Aggiunge commento sindacato in coda)

MILANO, 5 febbraio (Reuters) - Haworth acquisterà il 58,6% del capitale di Poltrona Frau dai soci Charme Investments e Moschini al prezzo di 2,96 euro per azione e lancerà un'Opa obbligatoria successiva allo stesso prezzo.

Lo dice una nota della società, aggiungendo che l'operazione, che dovrebbe essere perfezionata entro la fine di aprile ed è subordinata al via libera delle autorità antitrust, darà vita a una società leader mondiale nell'arredamento di design di alta gamma.

In forte rialzo il titolo, che si adegua al prezzo dell'offerta, chiudendo in rialzo del 18% a 2,932 euro in un mercato incerto. "Il prezzo è piuttosto fair, coerente con il valore di equilibrio che gli dava il mercato", dice un trader. "Si può dire che è un'operazione market friendly".

Charme Investments fa capo a Montezemolo & Partners Sgr, che ieri ha annunciato la cessione di Octo Telematics alla russa Renova.

Sinora, il 51,3% del capitale di Poltrona Frau era nel portafoglio di Charme e il restante 7,3% in mano a Moschini.

Haworth, con sede a Holland (Michigan) è stata fondata nel 1948 dalla famiglia Haworth, che ancora ne detiene il 100%. Opera nella progettazione e produzione di ambienti di lavoro flessibili e sostenibili, con linee di prodotti che comprendono pareti mobili, sistemi di arredo, sedute, pavimenti galleggianti e tecnologia per la comunicazione. Con oltre 1,4 miliardi di dollari di ricavi nel 2013, circa 6.000 dipendenti e oltre 600 dealers in tutto il mondo, la società dal 2011 è già partner di Poltrona Frau per la distribuzione del canale ufficio in Nord America. Haworth è guidata dall'italiano Franco Bianchi, dal 2005 presidente e AD. Nell'operazione annunciata oggi è stata assistita da Bank of America-Merrill Lynch.

Gli azionisti, prosegue il comunicato, "hanno concesso a Haworth un'opzione di vendita, esercitabile a valle del processo di Opa, ai sensi della quale Haworth avrà il diritto, ma non l'obbligo, di cedere a ciascuno degli azionisti una partecipazione nella società pari al 4,2% (complessivamente pari all'8,4%) del capitale sociale, allo stesso prezzo per azione pagato da Haworth".

In caso di esercizio dell'opzione, Charme e Moschini potranno designare fino a tre componenti del Cda, avranno un diritto di veto su specifiche operazioni di gestione straordinaria, saranno vincolati da un lock-up di tre anni, ci saranno opzioni put e call per la risoluzione di eventuali situazioni di stallo decisionale, potranno rivendere i titoli a Haworth tra l'approvazione del bilancio 2016 e quella del bilancio 2019, mentre Haworth potrà acquistare le partecipazioni tra l'approvazione del progetto di bilancio 2019 e quella del bilancio 2022.   Continua...