PUNTO 1-Software, TeamSystem compra divisione Ibm da fatturato 20 mln

mercoledì 4 dicembre 2013 12:45
 

(Aggiunge dichiarazioni AD TeamSystem)

MILANO, 4 dicembre (Reuters) - L'italiana TeamSystem ha annunciato l'acquisizione di ACG, la divisione di Ibm Italia dedicata allo sviluppo e alla distribuzione di software gestionali per le aziende medie e medio-grandi.

Il marchio di software gestionali del colosso Usa, si legge in un comunicato, porta in dote a TeamSystem oltre 6.000 clienti - aziende tra i 100 e 2.000 dipendenti - e un fatturato di circa 20 milioni di euro.

Nata come software house più di trent'anni fa, TeamSystem opera nel software gestionale per aziende e professionisti, nonché nelle soluzioni di progettazione, nell'unified communication e nel settore formativo. Nel corso degli ultimi anni è cresciuta per linee interne ed esterne, attraverso diverse acquisizioni: 154 milioni di euro di fatturato nel 2012, circa 1.200 addetti, 31 sedi, oltre 650 partner selezionati e 120.000 clienti su tutto il territorio nazionale. TeamSystem fa capo a due fondi di private equity, HG Capital e Bain Capital, e al management, guidato dall'amministratore delegato Federico Leproux.

Interpellato da Reuters sull'operazione, Leproux spiega che "è fortemente strategica, la più grande e rilevante della nostra storia. Serve a rafforzare la posizione nel segmento delle aziende medio-grandi, completando la nostra offerta".

Il comunicato non riporta la cifra pagata da TeamSystem. L'AD si limita a indicare un ordine di grandezza di "due cifre".

Portando in casa ACG, prosegue Leproux, l'azienda marchigiana chiuderà il 2013 con ricavi pro-forma pari a circa 180 milioni e un Ebitda di circa 60 milioni.

L'anno prossimo, spiega il manager, "continueremo a crescere dal punto di vista organico. Non escludo acquisizioni strategiche, valuteremo con attenzione. Continuiamo a guardarci attorno. Il mercato del software in Italia attraversa una fase di discontinuità, ci sono tante cose sul tavolo".

Tra i dossier che sono giunti sul tavolo di Leproux, secondo indiscrezioni di stampa delle settimane scorse, c'è la divisione software del Sole 24 Ore. Indiscrezioni alle quali l'AD risponde con un laconico "no comment".   Continua...