Assogestioni, Siniscalco si dimette da presidente per conflitto interessi

martedì 12 novembre 2013 19:15
 

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Domenico Siniscalco si è dimesso oggi dalla presidenza di Assogestioni "per il potenziale conflitto di interessi che potrebbe nascere tra il ruolo di presidente dell'associazione e il suo ruolo ricoperto in una banca di investimento internazionale".

E' quanto si legge in una nota diffusa oggi da Assogestioni in cui si precisa che i vertici dell'associazione hanno preso atto delle dimissioni dell'ex ministro.

Pur chiarendo che i "presidi di indipendenza che l'associazione ha definito circa il Comitato dei Gestori assicurano che il presidente non abbia alcun ruolo nelle vicende assembleari delle società quotate tuttavia in una vicenda delicata e complessa come quella che riguarda la prossima assemblea di Telecom Italia occorre procedere senza sospetti di ogni genere", si legge nella nota.

Siniscalco è responsabile delle attività italiane di Morgan Stanley e la banca d'investimento è stata advisor tra l'altro del riacquisto del bond convertendo di Telecom Italia .

Come previsto dallo statuto le funzioni del presidente sono attribuite al vicepresidente, Giordano Lombardo, presidente di Pioneer Investments Management, fino alla convocazione dell'assemblea.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia