Tasso risparmio famiglie, atteso leggero recupero in 2013 -studio

giovedì 24 ottobre 2013 15:41
 

MILANO, 24 ottobre (Reuters) - Quest'anno il tasso di risparmio delle famiglie italiane dovrebbe vedere un tenue recupero all'8,9% del reddito lordo disponibile dall'8,4% del 2012 dopo la pesante discesa dal 12,6% del 2007.

E' quanto emerge dal secondo rapporto dell'Osservatorio del Risparmio promosso da Unicredit e Pioneer Investments che prevede, tuttavia, per il 2013 una contrazione del 3% del reddito disponibile in termini reali.

"L'ulteriore calo di potere di acquisto delle famiglie dovrebbe comunque avvenire in misura decisamente inferiore rispetto all'anno passato e con prospettive di miglioramento per quelli successivi, anche considerando il probabile minor impatto della tassazione", si legge nello studio.

Una tendenza confermata da Istat - che ha rilevato una propensione al risparmio al 9,5% nei primi due trimestri dell'anno contro l'8,7% del primo semestre 2012 - e da un'indagine sulla fiducia dei consumatori che rivela una decisa risalita dell'indice generale nel 2013 dopo i minimi dell'anno precedente. In particolare, a fine settembre è balzata al 38% dal 25% del 2012 la quota di individui che ritiene di riuscire a risparmiare nei dodici mesi successivi.

"A meno di ulteriori eventi destabilizzanti, le famiglie italiane sembrerebbero dunque aver ripreso fiducia e, con la ripresa dell'economia, anche i vincoli di bilancio andranno via via allentandosi".

L'analisi a livello territoriale conferma il Mezzogiorno come l'area con i livelli più elevati di propensione al risparmio nel 2013. Anche le altre aree indicano nell'anno in corso un aumento generalizzato del saggio di risparmio, rafforzando quindi la tendenza del 2012, con la sola eccezione del Centro, che proprio lo scorso anno ha sperimentato una forte flessione.

Negli ultimi cinque anni la porzione di risorse risparmiate dalle famiglie italiane si è praticamente dimezzata dai 6.000 euro del 2007 ai 3.400 euro dell'anno scorso. Considerando il risparmio netto per famiglia, le risorse risparmiate sono diminuite addirittura a meno di un terzo, dai circa 4.000 euro del 2007 a 1.300 euro del 2012.

(Maria Pia Quaglia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia