Camfin corre su attesa revisione prezzo Opa, le stime dei broker

lunedì 16 settembre 2013 12:46
 

MILANO, 16 settembre (Reuters) - Prima parte di seduta decisamente tonica per Camfin, che registra la prospettiva di un incremento del prezzo dell'Opa lanciata da Lauro 61.

Attorno alle 12,40, il titolo della holding a cui fa capo Pirelli guadagna il 3,25%, a 0,8575 euro, dopo aver segnato un massimo di 0,8585 euro. Fortemente scambiata tra giovedì e venerdì, Camfin oggi vede volumi maggiormente in linea con la media: sono passati di mano circa 600.000 pezzi, contro una media dell'intera seduta di 2,449 milioni negli ultimi trenta giorni.

Il mercato si sta interrogando sull'entità dell'incremento del prezzo dell'Opa che verrà deciso da Consob.

Sabato scorso, Lauro 61 - che, secondo diversi quotidiani, si è affidato all'avvocato Paola Severino - ha annunciato di aver presentato un esposto alla procura di Roma in seguito alle indiscrezioni stampa sulle decisioni di Consob.

Il veicolo che ha promosso l'offerta, inoltre, ha già preannunciato che ricorrerà al Tar del Lazo contro la decisione della commissione.

"E' la prima volta che Consob autorizza un'Opa e poi modifica il prezzo", sottolinea un dealer. "E se Consob dovesse alzare il prezzo e il Tar dare ragione a Lauro 61, quale scenario si aprirebbe?".

Insomma, le incognite sono diverse e la vicenda, probabimente, farà giurisprudenza.

Nel frattempo, i broker si esercitano sull'incremento del prezzo. Un report della settimana scorsa di Fidentiis vede un prezzo di 0,97 euro. Una banca d'affari italiana indica una nuova offerta fino a 0,98 euro per azione. Un altro broker indica un range di 0,88-0,93 euro.

Secondo Consob, l'Opa andrebbe vista come parte di un'operazione più ampia per far uscire la famiglia Malacalza, azionista di Camfin, scambiando azioni Camfin con titoli Pirelli.   Continua...