Dell, ok azionisti a buyout da 25 mld dlr

giovedì 12 settembre 2013 17:38
 

AUSTIN, 12 settembre (Reuters) - Michael Dell ha ottenuto il via libera degli azionisti all'offerta da 25 miliardi di dollari per Dell, chiudendo una battaglia durata diversi mesi con i maggiori investitori del terzo produttore di pc al mondo.

Riuniti ad Austin, in Texas, gli azionisti hanno approvato il buyout di Dell. Sulla base dei risultati preliminari, l'affare dovrebbe chiudersi entro la fine del terzo trimestre fiscale.

Dell, dunque, ha vinto il braccio di ferro con alcuni tra i maggiori investitori di Wall Street, come il raider finanziario Carl Icahn, Southeastern Asset Management e T. Rowe Price.

Dell, che aveva fondato la società nella camera del dormitorio del college nel 1984, e l'operatore di private equity Silver Lake hanno lottato per mesi per convincere gli investitori scettici. Questa settimana Icahn ha rinunciato a proseguire il braccio di ferro perché, ha detto, era "impossibile vincere".

Michael Dell ha sostenuto che la trasformazione del gruppo in un fornitore di servizi alle aziende, sul modello di Ibm , è un'impresa complessa, che può essere meglio perseguita al lontano dai riflettori di Wall Street.

La mutazione di pelle di Dell, secondo gli analisti, è difficile e potrebbe rilevarsi impraticabile, ma la contrazione del mercato dei pc, ormai strutturale, lascia poca scelta al management.

Dell negli ultimi anni è stata una delle vittime più importanti dell'erosione del mercato dei pc, risultato del boom dei dispositivi mobili, come l'iPad targato Apple.

Le vendite globali di pc sono previste in calo del 7% quest'anno e del 4,5% nel 2014, secondo gli analisti di Clsa.

La votazione del buyout era stata rinviata tre volte. Il 2 agosto scorso, Michael Dell alzò il prezzo, aggiungendo la ciliegina di un dividendo, e ha ottenuto dal consiglio di cambiare le regole di voto in modo da svuotare di peso le astensioni.   Continua...