Formula Uno, Pirelli sorpresa da minaccia boicottaggio piloti

venerdì 5 luglio 2013 13:32
 

NUERBURGRING, Germania/MILANO, 5 luglio (Reuters) - Pirelli si dice sorpresa dalla minaccia dei piloti di Formula Uno di boicottare il Gran Premio di Germania.

Il produttore di pneumatici, fornitore unico del circo delle quattro ruote, afferma di non attendersi problemi dalle nuove gomme e conferma che non intende abbandonare la Formula Uno.

L'associazione dei piloti, forte dell'appoggio di tutti i team, ha comunicato che Alonso, Vettel e compagni non scenderanno in pista nel corso del prossimo weekend se le esplosioni che si sono verificate durante l'ultimo Gran Premio, in Inghilterra, dovessero ripetersi.

Messa sotto pressione dalla Fia, la federazione che gestisce il circo della Formula Uno, Pirelli ha portato in Germania nuovi pneumatici, con una cintura interna in fibra sintetica, che sostituisce quella precedente in acciaio.

Va notato che, secondo quanto riferito da diverse fonti nelle scorse settimane, Pirelli ha messo in vendita la controllata, Steel Cord, che produce la 'cordicella' in acciaio che costituisce il cuore dei pneumatici. Un mandato per la cessione è stato affidato a Hsbc e Intesa Sanpaolo. Secondo le fonti, il dossier Steel Cord si trova soprattutto sui tavoli degli operatori di private equity.

PIRELLI CONFERMA PARTECIPAZIONE A FORMULA UNO

Tornando alle vidende sportive, il direttore motorsport di Pirelli, Paul Hembery, si è detto "piuttosto sorpreso (dalla minaccia di boicotaggio dei piloti), dato che avevamo appena avuto un incontro con loro. Alla fine dei conti, dobbiamo essere sicuri che non avremo più casi come quello di Silverstone. Questo è l'obiettivo finale".

Pirelli è al centro di polemiche dal maggio scorso, quando si apprese di un test 'segreto' con la Mercedes.   Continua...