7 dicembre 2012 / 16:03 / tra 5 anni

PUNTO 2-Generali,quota Bankitalia a Fsi opzione privilegiata,non definitiva-fonti

* Valore quota Bankitalia pari a 920 milioni euro circa

* Timori reazione negativa mercati internazionali

* Soci industriali non fanno “salti di gioia” su ingresso Fsi (Aggiunge dichiarazione portavoce De Agostini in par 14)

di Gianluca Semeraro

MILANO, 7 dicembre (Reuters) - Banca d‘Italia, dopo aver valutato diverse opzioni per la cessione della quota in Generali , si è indirizzata verso la vendita al Fondo Strategico Italiano, controllato da Cassa Depositi e Prestiti e facente capo in ultima istanza al ministero dell‘Economia.

Lo riferiscono alcune fonti vicine alla situazione, una delle quali sottolinea che non si tratta di una scelta definitiva e che si stanno valutando alcuni profili di criticità.

“Bankitalia ha valutato diverse opzioni e si è indirizzata sulla cessione a Fsi, ma sta riflettendo. Non è una scelta definitiva e si stanno valutando i profili di criticità”, spiega una delle fonti.

“E’ un‘ipotesi verosimile”, le fa eco una seconda fonte.

Del tema, riferisce una delle fonti, si è parlato a margine dell‘esecutivo odierno di Generali. Un portavoce di Generali sottolinea che nel comitato esecutivo “non si è discussa alcuna ipotesi di ingresso di azionisti nel capitale della società”.

L‘indiscrezione è stata anticipata da La Stampa e in mattinata sia Bankitalia sia Cdp hanno risposto con un ‘no comment’.

La cessione della quota in Generali, pari al 4,49% e con un valore di circa 920 milioni di euro in base alla chiusura di ieri, risolverebbe il potenziale conflitto di interesse che Bankitalia si troverebbe ad avere all‘inizio dell‘anno quando estenderà la propria funzione di vigilanza anche al settore assicurativo con l‘istituzione dell‘Ivass.

Secondo una terza fonte che segue questo dossier, “ancora ci sono diverse iniziative in campo e non ancora una soluzione”, ma certamente i tempi sono stretti considerando che via Nazionale intende arrivare all‘inizio del nuovo anno avendo risolto questo problema.

I vincoli statutari del Fsi, come i settori in cui può investire e la solidità economico-finanziaria delle società in cui mette i soldi, non pongono ostacoli a questa soluzione.

Lo scorso 27 novembre il presidente di Cdp Franco Bassanini ha detto che presto il Fsi aumenterà il capitale rispetto alla sua dotazione di 4 miliardi. Il target di dotazione di capitale del fondo è di 7 miliardi. L‘ipotesi lanciata dalla Stampa prevede appunto un aumento di capitale riservato a Bankitalia a fronte dell‘apporto della sua quota in Generali.

DE AGOSTINI PREOCCUPATA PER DANNO A IMMAGINE INDIPENDENZA

I profili di criticità, secondo la prima fonte, riguardano soprattutto la possibile reazione dei mercati internazionali all‘ingresso nel capitale di un organismo di fatto “politico” visto che fa capo al ministero dell‘Economia.

“Ci sarebbe di fatto un cappello politico e questo potrebbe suscitare la reazione negativa dei mercati internazionali”, spiega.

Anche alcuni soci della compagnia triestina, in particolare quelli industriali come Francesco Gaetano Caltagirone, Leonardo Del Vecchio e il gruppo De Agostini, non avrebbero fatto “salti di gioia” di fronte a un simile cambiamento nella mappa azionaria che potrebbe modificarne significativamente gli equilibri.

Un portavoce del gruppo De Agostini sottolinea preoccupazione “per il potenziale danno all‘immagine di indipendenza della compagnia soprattutto sui mercati internazionali che faticherebbero a comprendere una soluzione di questo tipo, leggendoci il rischio di un intervento della politica”. “Una vendita sul mercato - conclude - sarebbe certamente più apprezzata”.

L‘azionariato di Generali vede come primo socio Mediobanca con il 13,24%, seguita da Bankitalia con il 4,49%. Ci sono poi Del Vecchio con il 3%, B&D Holding (De Agostini) con il 2,43%, il gruppo Caltagirone con il 2,23% ed Effeti (Fondazione Crt e Ferak) con il 2,15%.

- Ha collaborato a Roma Stefano Bernabei

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below