Lavoro, troppe carriere basate solo su anzianità - Passera

martedì 30 ottobre 2012 17:02
 

MILANO, 30 ottobre (Reuters) - In Italia troppe carriere sono basate solo sull'anzianità e spesso manca il riconoscimento del merito.

Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, in un videomessaggio inviato al convegno 'Il futuro dei giovani tra talento e opportunità: il coraggio di cambiare', organizzato da Bain & Company.

Commentando una ricerca da cui traspare un diffuso pessimismo dei giovani italiani, in particolare sul fronte del riconoscimento del merito, Passera ha detto: "Certo che il nostro sistema in molti aspetti e componenti non valorizza il merito e l'impegno. Ci sono ancora troppe carriere basate solo sull'anzianità. Ci sono sicuramente ancora troppi meccanismi che non collocano nelle posizioni rilevanti persone scelte solo ed esclusivamente sulla base delle loro capacità e, quindi, è un impegno di classe dirigente attuale e di voi, che sarete classe dirigente nei prossimi anni, di aggiustare questa situazione. Certamente ci sentiamo, mi sento molto impegnato in questa direzione".

Parlando dei provvedimenti varati dal governo Monti, Passera si è soffermato sulla legge per favorire le start-up, ricordando che "l'Italia è un paese di imprenditori, ma non è stato storicamente un paese amico delle nuove imprese". E ha sottolineato che per creare un ambiente favorevole alle nuove imprese è necessario "un vero e proprio contratto di lavoro, adeguato... quindi massima flessibilità, ma anche possibilità di coinvolgere i collaboratori nel capitale dell'azienda. Grande incentivo fiscale a chi mette soldi nelle nuove aziende, a chi patrimonializza, chi investe, chi rischia insieme ai nuovi imprenditori".

(Massimo Gaia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia