Elezioni Usa,gestori europei tifano per Obama ma consenso non netto-sondaggio

mercoledì 31 ottobre 2012 16:00
 

* Risultato non dovrebbe modificare sostanzialmente investimenti nel breve

* Maggior parte non si aspetta impatto da vittoria simultanea al Congresso

MILANO, 31 ottobre (Reuters) - Gli investitori europei tifano per un nuovo mandato di Barack Obama alla Casa Bianca ma il consenso non è per nulla netto.

Contrariamente ad un'opinione diffusa sul mercato, otto dei quindici gestori italiani ed europei interpellati da Reuters sono convinti che la vittoria del presidente uscente avrebbe infatti un impatto più positivo sui mercati finanziari globali.

La stessa indagine, condotta il mese scorso, vedeva Obama in vantaggio con dieci preferenze su quattordici.

Se è vero che i mercati potrebbero preferire la continuità, le scelte di investimento non paiono tuttavia destinate a essere influenzate in modo sostanziale dal risultato delle elezioni, almeno nell'immediato. Neanche, secondo il parere dei più, nel caso in cui lo schieramento del vincitore riuscisse a conquistare simultaneamente il Congresso.

"E' difficile dire in maniera decisa che uno dei due candidati sarebbe meglio per i mercati globali", osserva Elke Speidel-Walz, chief investment strategist per la Germania di Deutsche Bank Private Wealth Management.

"Se si guarda alla storia, (subito dopo le elezioni) gli asset rischiosi tendono ad essere favoriti dalla vittoria del candidato uscente... all'opposto, l'anno dopo le elezioni gli asset rischiosi vengono premiati dallo sfidante... a mano a mano che il mercato capisce la strategia del nuovo presidente".

L'impressione che si ricava è che, nel radar degli investitori, i nodi cruciali al di là dell'Atlantico siano altri.   Continua...