PUNTO 1-Risparmio gestito, settembre ancora in nero per 530 mln - Assogestioni

mercoledì 24 ottobre 2012 13:03
 

* Quasi azzerati deflussi fondi aperti, su rosso sistema 2012 pesano gestioni

* Patrimonio sale a 990 mld circa, su livelli inizio 2010

* Fondi italiani in nero prima volta in 3 anni (Aggiunge dettagli)

MILANO, 24 ottobre (Reuters) - Dopo gli afflussi di agosto, il sistema del risparmio gestito in Italia archivia in nero anche il mese di settembre con una raccolta per 530 milioni realizzata grazie al contributo delle gestioni collettive (1,6 miliardi), in particolare fondi aperti (1,43 miliardi circa).

Il patrimonio si attesta a circa 990 miliardi dai 976,8 miliardi di agosto, sui livelli di inizio 2010.

"Quest'anno sarà molto meglio dell'anno scorso e la seconda parte dell'anno sarà molto meglio della prima, quindi forse potremmo vedere dei segni positivi già l'anno prossimo", ha detto Giordano Lombardo, Group CIO di Pioneer Investments.

Motore della raccolta sono ancora una volta i fondi obbligazionari (1,83 miliardi circa) a cui si affiancano, questo mese, i flessibili (1,3 miliardi), quasi azzerando l'emorragia dei fondi aperti di tutto il 2012. Del rosso del sistema a fine settembre - per 6,5 miliardi - sono infatti responsabili le gestioni di portafoglio per oltre 7,9 miliardi, con fuoriuscite per 5,5 miliardi da quelle retail.

"Forse inizia a farsi sentire il tema della sentenza della Corte di giustizia europea dello scorso luglio in base alla quale, dal primo gennaio 2013, dovrebbe essere applicata l'Iva al servizio di gestione di portafoglio", ipotizza Leonardo Cervelli, direttore commerciale e vice Ceo di Sella Gestioni.

Tra i maggiori gruppi per patrimonio si distingue la raccolta del gruppo Ubi Banca (+267,9 milioni) e, soprattutto, del Banco Popolare (+573,1 milioni). Fra gli esteri, brilla Invesco (300 milioni circa).   Continua...