PUNTO 1-TI Media, Clessidra ha presentato offerta per tutto perimetro

lunedì 24 settembre 2012 18:10
 

(aggiunge bcakground, commenti)

MILANO, 24 settembre (Reuters) - Clessidra è il primo potenziale acquirente ad uscire allo scoperto nella procedura di vendita di TI Media, rilanciata a maggio dalla controllante Telecom Italia con l'obiettivo di chiudere l'operazione entro l'anno.

Una fonte vicina al fondo italiano ha infatti detto a Reuters che Clessidra ha "presentato un'offerta non vincolante per l'intero perimetro della società", a cui si affianca la presenza di Marco Bassetti, ex numero uno di Endemol, in qualità di advisor.

Oggi scadeva il termine per la presentazione delle offerte non vincolanti dopo che a inizio estate il consigliere di TI Media Giovanni Stella aveva parlato di una quindicina di manifestazioni di interesse. Telecom ha più volte spiegato che la controllata potrà essere venduta in blocco oppure in due tronconi separati - le infrastrutture di TIMB (alcune torri di trasmissione e tre multiplex) da un lato e le attività televisive di La7 e Mtv dall'altro - e ha recentemente sottolineato che non venderà a qualsiasi prezzo e terrà conto, nella sua valutazione, anche dei vari piani industriali che le saranno presentati. TI Media ha chiuso il primo semestre con una perdita netta di 35 milioni e un debito di circa 200 milioni.

Oltre a Clessidra, da subito chiamata in causa come potenziale acquirente, le indiscrezioni insistono sul gruppo Cairo, che di La7 raccoglie la pubblicità, su Discovery Channel, in Italia già presente con i canali Real Time e DMax, sui tedeschi di Rtl (gruppo Bertelsmann). Sono stati citati anche il francese Canal plus e, per la parte infrastrutturale, H3G (forse con un partner) e Abertis . Sky e Mediaset hanno recentemente precisato di non essere della partita.

Non è giunta finora dagli altri soggetti nessuna conferma ufficiale, nè è obbligatoria una comunicazione da parte del venditore finchè la procedura, seguita dagli adviser Mediobanca e Citi, resta in una fase ancora preliminare. E' possibile che si sappia qualcosa in più il 27 settembre, quando si riunirà un Cda di Telecom Italia.

"Di sicuro non mi aspetto una guerra per la conquista della società", commenta un analista.

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia