Cape Live in rialzo dopo ok obbligazionisti a concordato

venerdì 22 giugno 2012 10:45
 

MILANO, 22 giugno (Reuters) - Cape Live saluta con un deciso rialzo il via libera, arrivato ieri sera, dell'assemblea degli obbligazionisti al concordato preventivo.

Attorno alle 10,30, il titolo dell'investment company balza del 3,45%, a 0,0521 euro, dopo aver segnato un massimo di 0,050 euro.

Ieri sera, l'assemblea degli obbligazionisti ha approvato il piano di concordato preventivo in continuità proposto dal management guidato da Eugenio Namor.

Il piano, ricorda un comunicato, prevede il rimborso anticipato del prestito obbligazionario 'Cape Live 2009-2014 convertibile' al valore nominale, 1,12 euro per ogni obbligazione circolante, avvalendosi della provvista derivante dalla sottoscrizione dell'aumento di capitale per 26.151.451,38 euro, deliberato, sempre ieri, dall'assemblea straordinaria degli azionisti. Il rimborso sarà eseguito entro 60 giorni dal termine finale di sottoscrizione dell'aumento di capitale.

Il piano, inoltre, prevede la conversione forzosa del prestito obbligazionario residuo, per la parte non rimborsata, sulla base del rapporto di 12 azioni di nuova emissione di categoria A per ogni obbligazione detenuta.

L'assemblea degli obbligazionisti si è tenuta dopo la riunione dei soci, che, tra gli altri punti, ha bocciato la concessione di una delegata al Cda per aumentare il capitale di massimi 10 milioni.

Per quanto riguarda il percorso di risanamento di Cape Live, la prossima tappa sarà l'adunanza dei creditori, lunedì 25 giugno, dove il rappresentante degli obbligazionisti voterà a favore del piano di concordato.

La conversione del bond porterà gli obbligazionisti a controllare l'84,21% del capitale di Cape Live.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia