PUNTO 1-Finmeccanica, accordo per cessione a Fsi quota Avio con Ipo

giovedì 31 maggio 2012 12:05
 

(Aggiunge dettagli, background)

ROMA, 31 maggio (Reuters) - Finmeccanica ha raggiunto un accordo in base al quale il Fondo Strategico Italiano (Fsi) rileverà tutta la quota in Avio in occasione dell'Ipo. Fsi avrà una partecipazione del 15% circa.

Lo si legge in una nota di Finmeccanica, che attualmente ha circa il 14% di Avio attraverso BCV Investments, veicolo partecipato dall'operatore di private equity Cinven all'81%.

L'accordo è "sospensivamente condizionato alla quotazione in borsa di Avio entro il 2012 ("Ipo di Avio"), in presenza di favorevoli condizioni di mercato - che permetterà a Fsi di divenire socio di Avio con una quota stabile del 15% circa, partecipando all'offerta pubblica globale - che include un aumento di capitale - e rilevando l'intera quota di Finmeccanica. Quest'ultima ritrarrà dalla cessione della propria quota un corrispettivo pari al prezzo netto di collocamento", spiega il comunicato.

Ieri, diverse fonti avevano anticipato che il fondo guidato da Maurizio Tamagnini avrebbe rilevato la quota di Avio in mano a Finmeccanica, aggiungendo, però, che il processo di Ipo ha subìto un rallentamento. Secondo le fonti, gli azionisti stanno portando avanti negoziati, oltre che con il Fsi, con Cvc Capital e Clessidra.

Tornando all'operazione Finmeccanica-Fsi, nella nota pubblicata da Avio si legge che il fondo manterrà un massimo del 15% del capitale di Avio per un anno e mezzo dopo il collocamento.

Dopo l'Ipo, il Fsi indicherà due consiglieri di amministrazione del gruppo aerospaziale in sostituzione di quelli targati Finmeccanica. Il Cda di Avio, dopo la quotazione, sarà composto da tredici membri, di cui quattro indipendenti.

Avio rende noto che, contestualmente all'intesa tra Finmeccanica e Fsi, è stato sottoscritto con le banche creditrici un accordo che modifica i contratti di finanziamento, allungando le scadenze del rimborso al 2017 e semplificando la struttura del debito.

Avio sottolinea che il nuovo accordo con le banche consente "una maggiore flessibilità operativa, inclusa la possibilità di rimborso... delle linee di credito più onerose con i proventi dell'Ipo, nonché la facoltà di distribuzione di dividendi".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia