Tlc, F2i e Fsi lanciano rete banda ultra larga in trenta città

mercoledì 30 maggio 2012 17:00
 

MILANO, 30 maggio (Reuters) - F2i e il Fondo Strategico Italiano (Fsi) puntano a lanciare la rete a banda ultra larga in trenta città italiane.

E' quanto si legge in un comunicato della società di gestione di fondi guidata da Vito Gamberale, che fa il punto sul progetto, presentato il 28 maggio scorso dai vertici del Fsi e della Cassa Depositi e Prestiti (Cdp).

Il progetto è basato sul cablaggio in fibra ottica della rete di accesso fino a case e uffici nella cosiddetta configurazione Ftth (fiber-to-the-home), unica tecnologia in grado di garantire velocità di trasmissione maggiori di 100 Mbit/s e puntando, in prospettiva, alle velocità dei Gbit/s.

Il progetto, aggiunge F2i (che opererà attraverso la partecipata Metroweb), "sarà strutturato in tutte le sue fasi in modo da utilizzare tutte le sinergie possibili, con infrastrutture già disponibili, evitando ogni inutile duplicazione di investimenti e assicurandone la complementarietà con altre iniziative (in primis, naturalmente, quella di Telecom Italia )".

Il fondo puntualizza di voler realizzare una rete neutra, "che si rivolge all'intero sistema degli operatori di tlc, i quali manterranno il compito di fornire il servizio ai clienti finali".

Non manca, nell'ultimo paragrafo del comunicato, una stoccata a Telecom, allorché F2i accenna alla necessità di superare i ritardi accumulati in questi anni sia per mancanza di risorse finanziarie degli operatori, sia per diffuse carenze e incertezze di progettualità e decisioni, finora evidenti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia