Risparmio gestito, obbligazionari flessibili i preferiti in trim1

mercoledì 16 maggio 2012 12:46
 

MILANO, 16 maggio (Reuters) - Con i fondi obbligazionari flessibili il sistema del risparmio gestito in Italia ha vinto nel primo trimestre una partita nella sfida contro le necessità di funding delle banche, che negli ultimi mesi hanno dirottato i flussi dei risparmiatori soprattutto verso i conti di deposito. Solo questi prodotti, infatti, sono stati in grado di attirare sottoscrizioni cospicue nel periodo, per un ammontare di 3,55 miliardi.

La raccolta complessiva dei prodotti che investono in titoli di debito, pari a 5,65 miliardi nel periodo, ha beneficiato nel periodo anche dei flussi diretti verso il debito dei paesi emergenti (+1,3 miliardi) e, in misura minore, verso quello delle aziende.

E' quanto emerge dalla Mappa trimestrale diffusa oggi da Assogestioni, che completa le statistiche già pubblicate nella corrispondente Mappa mensile, che hanno natura preliminare e indicativa.

Sul fronte negativo per circa 1,8 miliardi delle gestioni di portafoglio, registrano raccolta con il segno più le gestioni di patrimoni previdenziali e di prodotti assicurativi, che vedono arrivare nel periodo rispettivamente 1,4 miliardi (dagli 838 milioni del trimestre precedente) e 933 milioni di euro (da -2,9 miliardi).

Altra categoria in nero, dopo i deflussi del quarto trimestre 2011, è quella dei fondi di diritto estero, che hanno visto afflussi per 4,1 miliardi. Il patrimonio investito in fondi aperti è di 437 miliardi di euro, di cui solo il 34,5% è impiegato in prodotti di diritto italiano.

Gli azionari confermano viceversa il trend negativo degli ultimi tre mesi del 2011 con fuoriuscite soprattutto dall'Europa (-468,8 milioni) ma, ancora di più, dagli Usa (-707,6 milioni).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia