PUNTO 3-Fonsai, per adviser Goldman piano Unipol è il migliore

martedì 24 aprile 2012 19:11
 

(Aggiunge dichiarazione in assemblea di rappresentate Sator)

di Gianluca Semeraro

TORINO, 24 aprile (Reuters) - Il piano di Unipol per un'integrazione con le società del gruppo Ligresti è la migliore soluzione percorribile allo stato, mentre le alternative - vale a dire l'ipotesi stand alone e la proposta formulata da Palladio e Sator - hanno elevati rischi di insuccesso.

E' quanto ha comunicato Goldman Sachs, adviser di Fondiaria-Sai, al collegio sindacale in occasione del consiglio della compagnia fiorentina del 19 aprile scorso, chiamato a esprimersi sui concambi proposti da Unipol, come riferito dal presidente dell'organo di controllo Benito Marino nel corso dell'assemblea dei soci.

Il piano di integrazione con Unipol - secondo Goldman - è un'operazione di salvataggio ed è allo stato la migliore soluzione percorribile in concreto allo scopo. "Ciò in particolare considerando che solo tale operazione garantisce la presenza del primario operatore Mediobanca a capo del consorzio di garanzia", ha riferito Marino.

Goldman, inoltre, ha precisato che le alternative al momento presenti - l'ipotesi stand alone e la proposta formulata da Sator e Palladio - presentano rispetto al piano Unipol "un'elevata dose di rischio di insuccesso, tenuto conto della situazione macroeconomica attuale e dello stato di crisi di Fonsai".

Una nota Fonsai ha successivamente sottolineato che "la proposta di Sator e Palladio non è mai stata analizzata dal consiglio in quanto non rivolta alla società" e che "la relazione del collegio sindacale riporta in modo che appare impreciso e parziale la posizione, ben più articolata, espressa dall'adviser".

Inoltre - prosegue la nota - "la posizione di Goldman Sachs si riferiva all'esistenza di condizioni di mercato che, ad oggi, renderebbero molto rischiosa e incerta la ricerca di un consorzio alternativo su basi stand alone".

"Il mercato è cambiato. In questo momento non ci sono i presupposti per un consorzio di garanzia di un'operazione stand alone", ha detto infatti a questo proposito il presidente Jonella Ligresti in assemblea rispondendo ad alcune domande formulate dai rappresentanti di Palladio e Sator, azionisti con l'8% complessivo.   Continua...