PUNTO 2-Intesa SP, svalutazione goodwill impatta su 2011, rivedrà target

giovedì 15 marzo 2012 19:02
 

(Riscrive aggiungendo commenti analista, andamento titolo, contesto)

di Gianluca Semeraro

MILANO, 15 marzo (Reuters) - Intesa Sanpaolo chiude il bilancio 2011 con una forte perdita dovuta alla pulizia degli avviamenti ma riesce a distribuire comunque un dividendo ai soci di 5 centesimi attingendo alle riserve.

La negativa evoluzione dei mercati dallo scorso aprile in poi e le prospettive di recessione dell'Italia rendono necessaria la revisione dei target quantitativi del piano triennale, revisione che sarà effettuata una volta che i mercati si saranno stabilizzati, spiega una nota.

Il mercato premia, tuttavia, il titolo che chiude a +4,01% con volumi doppi rispetto alla media e a fronte di uno stoxx europeo di settore che guadagna soltanto lo 0,60%.

Nei primi report si sottolinea il buon trend dei ricavi 'core' e la dinamica dei costi migliore del consensus oltre che la solida base patrimoniale.

"I ricavi core sono stati in linea con le attese, mentre i costi sono stati migliori", commenta infatti un analista di un broker estero.

"I risultati sono eccellenti, quelli core sono buoni, non ci sono poste straordinarie. La posizione sulla Grecia è stata quasi completamente assorbita. La banca è ora ben posizionata", è stato invece il commento a caldo di un trader.

"Siamo ora ben preparati se dovessimo incontrare una forte tempesta", ha commentato in conference call il Ceo Enrico Cucchiani. "L'abbattimento del goodwill è un fatto puramente illusorio che non ha alcun impatto sulla patrimonializzazione, né sul cash flow e sulla liquidità".   Continua...