Premafin, stretta finale con banche, incognita Palladio/Sator-fonti

lunedì 5 marzo 2012 16:12
 

di Gianluca Semeraro e Andrea Mandala

MILANO, 5 marzo (Reuters) - Premafin e le banche creditrici si incontreranno a breve per tentare di definire un accordo sul debito della holding nell'ambito del piano di integrazione con Unipol.

Sul tavolo dell'incontro odierno non dovrebbe esserci quindi la proposta alternativa formulata da Palladio e Sator vista anche la volontà di tutte le banche di chiudere in tempi brevi la partita, spiega una fonte vicina alla situazione.

"La volontà di tutte le banche è andare verso la chiusura del negoziato. Lunedì scorso è stata formulata una proposta, nel corso della settimana sono stati inviati i commenti per aggiustare la proposta, oggi se ne discute", spiega la fonte.

L'incontro, che dovrebbe cominciare a breve, è stato preceduto da una riunione a porte chiuse delle banche creditrici che sono UniCredit, Mediobanca, Banco Popolare, Pop Milano, Intesa Sanpaolo , Interbanca (GE) e Cariparma (gruppo Credit Agricole ).

La proposta di cui si discuterà oggi prevede la trasformazione di una parte del debito, che complessivamente ammonta a 368 milioni di euro, in un prestito convertendo a tre anni da 150 milioni. Sulla parte restante si troverà invece un accordo per un riscadenziamento.

Per la sigla dell'accordo è necessario l'ok di tutte le banche coinvolte.

Una seconda fonte vicina alla situazione conferma sostanzialmente quanto riportato dalla stampa nel week-end su un'offerta alternativa di Palladio-Sator che prevede il rimborso immediato di 100 milioni, il riscadenziamento su 150 milioni e lo spostamento della parte restante a una holding di nuova costituzione che controllerebbe Premafin.

Non è escluso a questo punto che soprattutto per le banche straniere coinvolte nel negoziato i tempi possano allungarsi a causa della presenza di un'offerta alternativa: le banche infatti potrebbero dover rendere conto alle case madri sulle motivazioni per cui hanno esaminato e scelto un'offerta e non l'altra. Ciò potrebbe implicare la necessità di un'analisi più approfondita dell'offerta Palladio-Sator prima di fare una scelta definitiva.   Continua...