PORTAFOGLI-B.Profilo allunga duration Btp, vede spread 300 pb Sem1

lunedì 6 febbraio 2012 13:22
 

* Aumento peso banche europee dopo p/t 3 anni Bce

* Corporate al 30%, rafforzata esposizione a high yield

* 10% in subordinati banche italiane, francesi, assicurazioni europee

MILANO, 6 febbraio (Reuters) - Scadenze più lunghe sul debito italiano e più banche europee in portafoglio dopo che la prima operazione di rifinanziamento a tre anni della Banca centrale europea ha dato ossigeno agli istituti di credito dell'Eurozona, allentando la tensione sulla curva dei rendimenti tricolore.

Queste le ultime mosse nella gestione di Banca Profilo , attiva nel private banking con masse che al 30 settembre 2011 erano pari a 1,76 miliardi.

"Un mese fa eravamo posizionati solo su governativi a breve termine, biennali e Ctz che avevano rendimenti elevati e che erano guadagni assicurati dopo che la Bce ha detto che avrebbe offerto liquidità a tre anni all'1%", spiega il direttore investimenti Paolo Moia.

Ma da allora la curva ha inizato a irripidirsi, spostandosi verso il basso e, per continuare ad avere rendimenti interessanti, la banca ha progressivamente allungato a 3-5 anni le scadenze sul debito italiano, comprando "poco prima e poco dopo il downgrade di Standard & Poor's per approfittare di quella fase di mercato più instabile", ha detto Moia.

"Il sottostante del ragionamento è che l'espansione quantitativa della Bce funzioni - e sta funzionando - e che l'azione governativa di risanamento dei conti pubblici italiana abbia successo per cui si vedrà una discesa dei rendimenti anche sulla parte lunga della curva", aggiunge.

  Continua...