PUNTO 2- Bpm, Credit Mutuel a 7,5%, Bonomi a 7,8% senza inoptato

mercoledì 30 novembre 2011 15:26
 

(Precisa che quote sono teoriche in quanto non considerano inoptato di aumento capitale)

MILANO, 30 novembre (Reuters) - La Caisse Federale du Credit Mutuel ha il 7,554% di Banca Popolare di Milano e BI-Invest il 7,872% dopo la conclusione del periodo di offerta in opzione agli azionisti dell'aumento di capitale da 800 milioni della banca che non tiene conto di diritti rimasti inoptati.

E' quanto viene indicato dagli aggiornamenti della Consob sulle partecipazioni rilevanti specificando che le quote si riferiscono al 21 novembre e sono calcolate sul capitale sociale di Pop Milano che risulta al termine del periodo in offerta in opzione agli azionisti, chiuso il 18 novembre.

Si tratta dunque di partcipazioni 'teoriche' al netto dei nuovi titoli che deriveranno dall'offerta in borsa dell'inoptato, pari al 18,3% delle azioni offerte per un controvalore complessivo di 146,3 milioni di euro.

Pop Milano non ha ancora comunicato le date dell'asta sull'inoptato che in base alle norme deve avvenire entro un mese dal termine dell'offerta in opzione.

Nell'assemblea del 22 ottobre scorso Credit Mutuel risultava titolare del 4,99% dell'istituto milanese.

Non ci sono invece variazioni della quota in mano ad Investindustrial di Andrea Bonomi rispetto a quanto comunicato dallo stesso private equity lo scorso 18 novembre, ovvero il possesso di una quota del 6,63% post-aumento tra azioni e diritti di opzioni.

Sempre al 21 novembre scorso, secondo le comuncazioni Consob, Blackrock ha ridotto la partecipazione nell'istituto di Piazza Meda all'1,197% del capitale, dal 2,026% che risultava all'11 novembre scorso.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia