PUNTO 1-Risparmio gestito ottobre perde altri 5,8 mld, fondi -4,8 mld

lunedì 28 novembre 2011 17:04
 

(Aggiunge commento, altri dettagli)

MILANO, 28 novembre (Reuters) - Nuova emorragia dall'industria del risparmio gestito italiana a ottobre, mese in cui il sistema perde altri 5,8 miliardi di euro, portando il bilancio negativo da inizio anno a sfiorare un rosso per 23 miliardi.

Queste le stime preliminari contenute nella mappa del risparmio gestito di Assogestioni da cui si evidenzia tuttavia un patrimonio stabile a 958,3 miliardi grazie ai rialzi dei corsi del mese scorso.

I riscatti colpiscono soprattutto i fondi (-4,8 miliardi, -5,125 miliardi i soli fondi aperti) senza risparmiare, neppure questo mese, le gestioni di portafoglio, che vedono fuggire circa 1 miliardo di euro, rappresentato tutto dalle gestioni retail (-1,4 miliardi).

Sul fronte dei fondi aperti sono i monetari e gli obbligazionari a subire le fuoriuscite più consistenti: in particolare i prodotti di liquidità raddoppiano il rosso rispetto a settembre, poco sopra i 2 miliardi.

Il segno meno interessa tuttavia, come a settembre, tutte le categorie di fondi anche se frenano in maniera decisa, a -172 milioni da un deflusso per oltre un miliardo, i riscatti sui prodotti azionari.

"Per la prima volta l'investitore italiano accetta la volatilità dell'azionario ma il cassettista di Bot e Btp è destabilizzato dalle notizie che arrivano e dall'andamento dei mercati finanziari", spiega Saverio Scelzo, Presidente e AD di Copernico SIM. "Chi ha investito nell'azionario rimane, chi ha investito nell'obbligazionario e nella liquidità esce e parcheggia la liquidità nei conti di deposito delle banche, anche straniere".

Copernico fa notare come l'erosione si concentri ancora una volta sui colossi bancari Intesa Sanpaolo e Unicredit .

"E' probabile che questo sia frutto delle esigenze di funding della banca che trasferisce le risorse riscattate dai fondi su altri asset come bond della banca e titoli di stato", spiega Scelzo.   Continua...