Intesa SP, tempi rapidi per nuovo AD, scelta in 2-3 giorni-fonti

giovedì 17 novembre 2011 17:20
 

MILANO, 17 novembre (Reuters) - Il nodo della successione di Corrado Passera alla carica di Ceo di Intesa Sanpaolo potrebbe sciogliersi a breve, non più tardi di due o tre giorni, anche se al momento non emergono indicazioni chiare sulla scelta tra una soluzione interna o esterna.

Lo riferiscono alcune fonti vicine alla situazione, una delle quali riferisce di una riunione in programma per sabato tra i principali soci di Intesa Sanpaolo, vale a dire le fondazioni, per affrontare il tema e prendere una decisione.

Ieri Passera è stato nominato ministro dello Sviluppo Economico nel Governo guidato da Mario Monti. In attesa delle decisioni i poteri dell'AD uscente, come previsto dallo statuto, saranno esercitati dal direttore generale vicario Marco Morelli. Per dettagli cliccare

L'iter per la scelta del suo successore è gestito dal presidente del consiglio di sorveglianza Giovanni Bazoli, come oggi dichiarato da Giuseppe Guzzetti, presidente di Fondazione Cariplo, uno dei principali azionisti di Intesa. Guzzetti ha anche ricordato che lo statuto prevede che il CdS formuli una proposta al CdG che procederà alla nomina.

"La particolarità dell'azionariato di Intesa, con buona parte del capitale in mano a un gruppo ristretto di soggetti, vale a dire le fondazioni, consente di arrivare in tempi rapidi a una soluzione", spiega una delle fonti.

"In generale non è un momento in cui si può aspettare a lungo, credo che una scelta possa essere fatta nel giro di 48-72 ore", aggiunge.

Una fonte vicina agli azionisti si mostra tuttavia più cauta sulla rapidità dei tempi. "E' una scelta delicata - spiega, che va attentamente valutata e soprattutto deve essere una scelta condivisa da tutti i soci, non imposta da qualcuno". Da qui l'idea di darsi tempo fino alla prossima assemblea di bilancio, ipotesi che però si scontra con le necessità di un momento di mercato delicato.

Per il momento Intesa non ha mostrato particolari reazioni all'addio di Passera. Oggi si muove in linea con il mercato cedendo il 2,37% contro uno stoxx di settore in calo del 2%.

Secondo una fonte vicina alla situazione, allo stato, una soluzione interna sembrerebbe quella più probabile. La scelta quindi sarebbe tra i due direttori generali: Gaetano Miccichè, responsabile della divisione Corporate & Investment Banking e Morelli per la divisione Banca dei Territori   Continua...