October 25, 2011 / 7:43 AM / 6 years ago

PORTAFOGLI-Schroders, cautela in attesa schiarite economia

4 IN. DI LETTURA

* Preferenza per Wall Street rispetto a borse europee

* Ancora valore ma più cautela su emergenti per rischio Cina

* No double-dip, aziende in buona salute

MILANO, 25 ottobre (Reuters) - Più opportunità a Wall Street che sulle borse del Vecchio Continente, ancora valore ma maggiore prudenza sui mercati emergenti per il rischio di un brusco "atterraggio" della Cina.

Questi gli spunti di asset allocation per un portafoglio bilanciato di Tim van Duren, product Manager for Multi-Asset di Schroders .

"Prevediamo di restare posizionati in maniera difensiva finchè non vediamo un miglioramento dei dati economici in arrivo", ha detto a Reuters, in un'intervista scritta, van Duren.

Il posizionamento della casa è infatti attualmente improntato alla cautela, con una bassa esposizione all'azionario e sovrappeso su governativi "core" (Treasury e Bund) e liquidità.

"Attualmente, tuttavia, non ci aspettiamo un ritorno della recessione perchè... le aziende restano in una posizione forte e il peggio degli eccessi e degli squilibri sono stati eliminati dal sistema negli ultimi tre anni", ha aggiunto.

Schroders ha però scelto di mettere una "cintura di sicurezza" ai propri investimenti, utilizzando strategie di protezione a gestione dinamica "perchè riconosciamo che i rischi macroeconomici rimangono, in particolare in relazione ai timori per il debito sovrano in Europa", ha spiegato il manager.

L'àncora di salvezza per l'economia globale continueranno ad essere i mercati emergenti, anche se resta l'incognita della Cina.

"I mercati emergenti si sono surriscaldati, portando inflazione domestica, e il loro rallentamento ha aiutato a togliere parte dell'eccessivo surriscaldamento dalle loro economie", ha detto van Duren. "Crediamo che continueranno a sostenere la crescita globale anche se la capacità, o la volontà, della Cina di incentivare la propria economia è ancora dubbia".

Crescita Europa Piu' Fragile Per Funding, Austerity

I mercati azionari potrebbero già incorporare le aspettative di bassa crescita, frutto dei livelli ancora elevati di indebitamento dei consumatori occidentali e dei governi, "non fosse per la crisi del debito sovrano della zona euro che minaccia di mandare a fondo un sistema bancario europeo già fragile", osserva il manager.

"I mercati si sono resi conto che sia i problemi di finanziamento della periferia, sia le manovre correttive necessarie per ridurre il loro bisogno di capitale, toglieranno probabilmente linfa vitale alla crescita economica in Europa", ha aggiunto.

Qualsiasi soluzione per arginare la crisi del debito nella zona euro, secondo il manager, è complessa sia da un punto di vista politico che legale e richiederà una risposta coordinata non solo della Banca centrale europea, dell'Unione Europea e del Fondo Monetario Internazionale ma anche da parte dei 17 membri della zona euro.

"Devono stabilire una divisione chiara fra quei paesi che sono insolventi e quelli che soffrono di carenza di liquidità, consentendo ai primi di svalutare il proprio debito e sostenendo i secondi", ha detto. Operazione che, secondo van Duren, richiederà capitali significativamente superiori a quelli di cui può attualmente disporre l'EFSF (European Financial Stability Facility).

In attesa che la crisi dei "sovereign" - e in particolare della Grecia - trovi una soluzione soddisfacente, Schroders resta negativo sulla moneta unica. La casa d'investimento, che a fine giugno aveva in gestione un patrimonio di 226,7 miliardi di euro a livello globale, ha anche ridotto l'esposizione alle valute di paesi che esportano materie prime.

I leader europei dovrebbero accordarsi per una soluzione di largo respiro alla crisi del debito sovrano della zona euro al vertice in programma domani.

(Maria Pia Quaglia)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below