Borsa, corrono titoli risparmio gestito dopo raccolta maggio

venerdì 5 giugno 2009 15:44
 

MILANO, 5 giugno (Reuters) - I titoli delle società attive nel risparmio gestito corrono dopo i dati sulla raccolta dei fondi comuni nel mese di maggio, che hanno evidenziato il primo segno più negli ultimi venti mesi.

Mediolanum MED.MI, che ha registrato afflussi per 109,9 milioni di euro, è la regina del paniere principale: +6,09%, a 3,8750 euro, dopo aver segnato un massimo di 3,9150 euro.

UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) ha rinnovato il massimo dell'anno, tornando sopra quota 2 euro: +2,38%, a 2,02 euro, dopo un picco toccato a 2,0275 euro. La controllata Pioneer ha chiuso il mese scorso con una raccolta positiva per 307,3 milioni.

Generali (GASI.MI: Quotazione), che ha registrato afflussi per 97,5 milioni di euro, sale dell'1,52%, a 16,02 euro, dopo aver segnato un massimo di 16,22 euro. La controllata Banca Generali (BGN.MI: Quotazione) perde il 2,99%, a 6,16 euro, ma prima della diffusione dei dati aveva rinnovato il top del 2009 a 6,5 euro. Da notare che Banca Generali ha messo a segno un rally notevole nelle ultime settimane: il 9 marzo scorso si trovava a 1,9250 euro.

Banco Popolare (BAPO.MI: Quotazione), che ha archiviato il mese scorso con una raccolta negativa per 192,2 milioni di euro, arretra dell'1,36%, a 5,45 euro.

Fuori dal paniere principale, Banca Profilo (PRO.MI: Quotazione), che oggi ha registrato l'ok della Consob svizzera all'ingresso di Sator nel capitale, è in asta di volatilità e segna un balzo teorico dell'11,69%, a 0,86 euro.

Azimut Holding (AZMT.MI: Quotazione), che ha chiuso il mese scorso con una raccolta positiva per 177,3 milioni, avanza del 3,31%, a 7,0150 euro, dopo aver rinnovato il massimo dell'anno a 7,12 euro.