Biotech, crisi mondiale impone nuovi modi finanziamento - E&Y

venerdì 5 giugno 2009 16:34
 

MILANO, 5 giugno (Reuters) - L'industria biotecnologica ha chiuso il 2008 con solidi risultati di fatturato ma con finanziamenti in forte calo e la crisi globale ha reso "insostenibile" l'attuale modello di business, che dovrà essere sostituito con modalità più nuove e creative nella ricerca dei fondi.

Questa l'esortazione che si legge nella 23esima edizione del "Global biotechnology report" compilato da Ernst & Young, in cui si riassumono quattro trend fondamentali che potrebbero portare a nuove e più sostenibili modalità di finanziamento.

In sintesi: l'arrivo un'ondata di farmaci generici basati su quelli oggi più venduti, l'espansione della medicina personalizzata, la sostanziale riforma della Sanità Usa e la continua globalizzazione del settore.

"Diversamente da precedenti periodi di scarsità di finanziamenti, questa crisi è sistemica, profonda e prolungata" dice in una nota Glen Giovanetti, Global Biotechnology Leader di Ernst & Young, secondo cui per prosperare in questo contesto" le aziende dovranno "introdurre modelli più resistenti per l'innovazione nel reperimento dei fondi".

Nel 2008, in effetti, la raccolta di capitali delle aziende biotech si è ridotta: americane ed europee hanno raggiunto 16 miliardi di dollari, meno 46% rispetto all'anno precedente. I finanziamenti tramite IPO si sono quasi azzerati (-95% a 116 milioni), il venture financing ha limitato al 19% la discesa dal record storico del 2007, arrivando a 6 miliardi circa, dice E&Y.

Implosione della Big Finance a parte, comunque, il consuntivo dell'attività è in rosa: i ricavi delle aziende di settore quotate sono cresciuti nel 2008 del 12% a 89,7 miliardi di dollari, mentre la perdita netta dell'industria mondiale è diminuita del 53% a 1,4 miliardi. Per la prima volta l'universo delle aziende americane è risultato redditizio.

L'attività di M&A del settore è rimasta vivace. Il valore complessivo per le sole operazioni di biotech Usa ha superato il livello record di 28,5 miliardi. In Europa le operazioni di merger sono ammontate a 5 miliardi di dollari.

QUATTRO TREND FONDAMENTALI DI BUSINESS SOSTENIBILE   Continua...