It Holding, prossimo cda entro fine settimana - fonti

mercoledì 4 febbraio 2009 15:04
 

MILANO, 4 febbraio (Reuters) - Il prossimo consiglio di amministrazione di It Holding ITH.MI si riunirà entro la fine della settimana, venerdì ma non è esclusa una convocazione domenica.

Lo riferiscono due fonti vicine al dossier dopo che ieri il Cda ha esaminato una manifestazione di interesse da parte di un fondo estero per la realizzazione del piano di ristrutturazione finanziario e patrimoniale del gruppo di moda e lusso in gravi difficoltà finanziarie.

Il progetto di rilancio, in base alla nota di ieri sera, passarebbe attraverso un aumento di capitale e il riacquisto del bond da 185 milioni, scadenza 2012 e cedola 9,875%.

Il fondo estero interessato è Kingsbridge, private equity della società austriaca Hardt Group, secondo indiscrezioni raccolte da Reuters e dalla stampa. Kingsbridge non ha voluto commentare, mentre It Holding non aggiunge altro rispetto a quanto comunicato ieri nella nota.

Due altre fonti, sempre vicine alla situazione, precisano che il fondo è stato avvicinato da It Holding, dopo che a fine dicembre scorso era caduta l'esclusiva con Mensun, società rappresentata dall'uomo d'affari di Hong Kong Billy Ngok con cui il gruppo italiano ha trattato per diversi mesi.

La strada per It Holding appare ancora estremamente in salita, come dimostra il lavoro che dovrà svolgere l'AD Pierantonio Nebuloni dopo le decisioni del Cda di ieri.

Il manager, alla guida di It Holding da dicembre scorso, secondo il comunicato diffuso ieri, deve "verificare ed eventualmente rinegoziare" alcuni elementi della proposta ricevuta.

Inoltre, sondare la disponibilità sia degli istituti di credito, a sostenere l'azienda in attesa che si realizzi il piano, sia dei licenziatari, a riconsiderare le azioni di messa in mora e a rivedere "temporaneamente" le condizioni contrattuali.

L'esistenza di una manifestazione di interesse per un piano di salvataggio "è una buona notizia per la società, sebbene la decisione di guadagnare più tempo [...] rappresenti un rischio di ulteriore peggioramento delle condizioni operative prima che una decisione venga presa", commenta in una nota di ricerca l'analista Davide Vimercati di Unicredit.   Continua...