Risparmio gestito 2007, erosione asset, più spazio agli esteri

mercoledì 30 gennaio 2008 16:52
 

MILANO, 30 gennaio (Reuters) - Nessuna sorpresa dal consuntivo 2007 dell'intera industria del risparmio gestito, che, come nel caso dei soli fondi comuni, conferma l'erosione del patrimonio globale, a 1.053 miliardi di euro dai 1.106 di fine 2006, e quella delle principali categorie, esemplificata da un dicembre in cui solo gli hedge hanno una raccolta netta attiva.

A livello degli attori di questo mercato, netta la perdita di terreno delle Sgr, la cui quota di gestito 2007 cala al 68,5% contro il 71% solo un anno fa, a fronte dell'avanzata dei gestori esteri, che sono al 23,1% del patrimonio lordo di settore dal 22% del 2006.

Su valori molto inferiori, aumenta il ruolo delle banche, al 4,9% degli Asset under managemente (Aum) contro 4,1%, e delle Sicav e Sicaf, al 3,2% da 2,5%, con uno 0,3% alle Sim (da 0,6% l'anno prima). Sui 9,4 miliardi di deflussi lordi di dicembre scorso pesa il rosso dei bilanciati e obbligazionari, falcidiati dalle scelte dei risparmiatori, rispettivamente con 3,4 e 2,4 miliardi di deflussi, ma spicca in negativo anche il contributo dei prodotti azionari, con 1,8 miliardi di uscite.

Gli Aum dei fondi Bilanciati erano a fine del 2006 il 23% degli asset totali e scendono a un quinto, gli Obbligazionari pesavano un terzo del patrimonio dell'industria e precipitano a un quarto. Gli Azionari perdono 1,4 punti e vanno al 13,7% del totale.

Best performer del settore, nonostante un peso ancora modesto, sono, come si è detto, i fondi hedge, che con oltre 35 miliardi di asset salgono al 3,3% dal 2,6% degli Aum totali. In aumento i cosidetti prodotti "non classificati", che, nonostante un dicembre in rosso, accrescono la quota al 17,7% del totale in gestione in Italia.

Meno importanti le fette di risparmio incasellate nei prodotti Flessibili (8% del patrimonio complessivo dell'industria) e Monetari (poco meno del 10%).

A dicembre, la raccolta per tipologie vede il numero uno fondi aperti in rosso di 5,7 miliardi, che portano gli asset a 546 miliardi (da 580 nel 2006) e la quota al 51,8%.

Gli unici tre segni più sono: Gestioni di prodotti assicurativi (oltre 1,1 miliardi con patrimonio a 212 miliardi), Oicr Chiusi (82 milioni) e Gestioni di patrimonio previdenziali (68 milioni).

Erosi ben sotto 100 miliardi gli Aum 2007 delle Gpf Retail (8,9% del totale), mentre le Gpm retail scendono a quota 82 miliardi da oltre 87. Le "Altre Gestioni" finiscono dicembre con patrimonio di 75,5 miliardi contro oltre 92 nel 2006.