Venture capital,fondazione Bnc in capitale Quantica Sgr -partner

lunedì 5 maggio 2008 12:46
 

di Massimo Gaia

MILANO, 5 maggio (Reuters) - Quantica, la sgr che opera nel venture capital, ha visto l'ingresso nel capitale della Fondazione Banca Nazionale delle Comunicazioni (Bnc) e sta proseguendo nella raccolta del fondo Principia II, con l'obiettivo di arrivare a circa 37,5 milioni di euro.

E' quanto ha detto, in un'intervista a Reuters, Stefano Peroncini, fondatore, insieme a Pierluigi Paracchi, di Quantica.

"Il fund raising di Principia II è in pieno svolgimento. Puntiamo a raccogliere un totale di 75 milioni, metà dei quali messi a disposizione del ministero per l'Innovazione", spiega.

Il fondo di fondi, per le start-up del Mezzogiorno, nasce da una idea lanciata da Lucio Stanca, ripresa e implementata da Luigi Nicolais.

Il comitato ministeriale ha selezionato quattro sgr per la gestione del fondo: oltre a Quantica, che ha messo sul tavolo la proposta più corposa, Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) (fondo da 25 milioni), Vertis (20 milioni) e Vegagest.

Un quinto soggetto, l'accoppiata 360 Capital Partners-Cape Natixis Sgr, escluso dal ministero per mancanza di requisiti, ha presentato ricorso e il Tar dovrebbe pronunciarsi il 4 giugno. Una volta definito il parterre delle società di gestione, quindi a giugno, verrà pubblicata la graduatoria.

Intanto, Quantica sta procedendo con il fund raising dei 37,5 milioni che andranno a costituire metà del fondo. "La raccolta per un fondo dedicato al Mezzogiorno e all'innovazione non è facile", ammette Peroncini pur confermando l'obiettivo.

"Abbiamo ottenuto il commitment di fondazioni, banche e fondi pensione", dice il manager di Quantica, che cita, fra gli investitori che hanno dato la disponibilità ad investire, la Cassa di Previdenza dei Ragionieri e dei Commercialisti, la Fondazione Cassa di Risparmio di Calabria e di Lucania, la Banca Popolare di Lanciano e Sulmona (gruppo Banca Popolare dell'Emilia Romagna (EMII.MI: Quotazione)), la Banca Popolare di Bari e la Fondazione Banca Nazionale delle Comunicazioni.   Continua...