Hedge fund,proposta normativa Ue non abbastanza rigida - Francia

giovedì 2 luglio 2009 14:26
 

PARGI, 2 luglio (Reuters) - La Francia non appoggerà la proposta comunitaria in materia di regolamentazione dei fondi speculativi a meno che le norme non vengano rese più stringenti, richiesta opposta a quella britannica che punta invece a un ammorbidimento della normativa.

"Il piano della Commissione (sugli hedge fund) è un passo in avanti ma non rispecchia le mie ambizioni" spiega in una conferenza il ministro dell'Economia Christine Lagarde, tra i principali fautori di un irrigidimento della regolamentazione.

"Non permetterò che la direttiva venga adottata in questi termini" aggiunge.

Secondo il ministro ai fondi hedge locati in paesi non cooperanti dal lato fiscale non dovrebbe essere concesso di operare in Europa. A parere del Regno Unito e dell'industria dei fondi speculativi, al contrario, la bozza proposta dall'esecutivo Ue rende difficoltose le operazioni europee dei gestori extra-Ue.

La responsabile alle Finanze è inoltre del parere che i prodotti derivati denominati in euro vadano regolati e compensati nella zona euro e dovrebbero aver accesso alla liquidità della Banca centrale europea.

Lagarde ha inoltre proposto una nuova direttiva per l'armonizzazione delle norme che regolamentano le casse di compensazione.