Fondo sovrano Qatar guarda a investimento banche europee

lunedì 25 febbraio 2008 13:34
 

DOHA, 25 febbraio (Reuters) - Il primo ministro del Qatar, a capo del fondo sovrano del paese, preferisce investire nelle banche europee piuttosto che in quelle americane perchè i titoli degli istituti statunitensi sono destinati a deprezzarsi ulteriormente per effetto delle svalutazioni legate ai mutui subprime.

Il Qatar, che ha rilevato "meno" del 2% di Credit Suisse CSGN.VX, nei prossimi due anni conta di investire tra i 10 e i 15 miliardi di dollari in partecipazioni bancarie per diversificare un'economia che ruota intorno al petrolio e al gas naturale.

"Negli Stati Uniti, dobbiamo aspettare un poco", ha detto Sheikh Hamad bin Jassim al-Thani in un'intervista nel finesettimana. "Pensiamo che ci siano ancora problemi con le banche".

Al contrario, il fondo sovrano del Kuwait, Kuwait Investment Authority, che gestisce almeno 225 miliardi di dollari, il mese scorso ha annunciato che investirà 3 miliardi di dollari in Citigroup Inc (C.N: Quotazione) e 2 miliardi in Merrill Lynch & Co MER.N in un momento in cui entrambe le banche, costrette a svalutazioni per miliardi di dollari, sono affamate di capitali. Anche il principe saudita Alwaleed bin Talal sta investendo nei due istituti.

Secondo il Sunday Telegraph, la Qatar Investment Authority (QIA) starebbe considerando un investimento in Royal Bank of Scotland (RBS.L: Quotazione), la seconda banca britannica.

Sheikh Hamad ha dichiarati che il fondo sovrano del Qatar, che secondo Standard Chartered Plc gestisce un patrimonio di 60 miliardi, potrebbe inoltre considerare l'incremento della propria quota del 15% nel London Stock Exchange (LSE.L: Quotazione).

Si raffreddano invece i piani per un investimento in EADS EAD.PA dopo che lo stesso in passato si era dichiarato interessato a rilevarne fino al 10%. Il QIA, titolare del 7,5% di Lagardere (LAGA.PA: Quotazione), che è azionista di EADS, non intende infine vendere azioni del gruppo francese.