PORTAFOGLI-Cina,HSBC più ottimista,vede inflazione 2008 sotto 6%

martedì 24 giugno 2008 14:25
 

MILANO, 24 giugno (Reuters) - L'inflazione resta la preoccupazione più grande in Cina ma nel settore alimentare l'offerta sta iniziando a prendere slancio per soddisfare le pressioni della domanda, allentando le tensioni sui prezzi.

Questa la view di HSBC, che è più ottimista sul paese del Dragone e si aspetta che l'inflazione - dall'attuale 8% - scenda sotto il 6% entro fine anno, un trend destinato a proseguire nel 2009.

"Sulla Cina siamo più rilassati rispetto a tre mesi fa", ha detto Ayaz Ebrahim, chief investment officer Asia Pacific ex Japan di HSBC Global Asset Management nel corso di un incontro a Milano. "Qualche mese fa eravamo sottopesati, adesso siamo tornati neutrali e stiamo pensando al sovrappeso".

La componente alimentare pesa per più del 30% nell'indice dei prezzi ai consumi in Cina.

La crescita economica proseguirà robusta, secondo HSBC, e le aziende cinesi continueranno a generare utili ragionevolmente ricchi. Le stime sono di un'accelerazione del 17% per il 2008. "C'è il rischio di qualche revisione al ribasso ma la crescita sarà certamente ancora a doppia cifra", ha detto Ebrahim.