Fondi, Halbis guarda Italia,alla larga dai politically sensitive

martedì 22 gennaio 2008 16:54
 

MILANO, 22 gennaio (Reuters) - Halbis, società che opera nelle gestioni attive che fa capo al gigante bancario Hsbc HSBC.L è interessata a titoli italiani, soprattutto a quelli che non siano politicamente "sensibili".

Lo ha detto in un incontro svoltosi a Milano Frederic Leguay, responsabile per l'azionario europeo. Il fondo Halbis che ha in portafoglio azioni italiane, ha quindi aggiunto il gestore facendo riferimento alla crisi di governo, non sarà influenzato dalle vicende romane delle ultime ore.

Il fondo, HSBC GIF Euroland Equity, è investito in società scarsamente sensibili alla politica come Autogrill (AGL.MI: Quotazione), UniCredit (CRDI.MI: Quotazione), ERG (ERG.MI: Quotazione) e Generali (GASI.MI: Quotazione).

Potenzialmente interessante anche Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione), ha aggiunto il fund manager a Reuters. Tuttavia prima di comprare preferisce vedere quali saranno le scelte del governo in materia di separazione della rete fissa.

"Ogni volta che pensiamo di aver capito cosa sta succedendo le cose cambiano", dice Leguay lamentando "l'eccessiva volatilità" dei titoli sensibili alle scelte della politica e citando le vicende di Autostrade (ATL.MI: Quotazione) e delle resistenze incontrate a Roma dall'approccio di Abertis <ABE.MC.

Nei fondi Halbis erano gestiti a fine settembre 2007 circa 66 miliardi di euro, di cui 15 miliardi dai gestori basati a Parigi.