Aeronautica, buyout di Microtecnica da parte di Stirling Square

lunedì 21 luglio 2008 16:03
 

MILANO, 21 luglio (Reuters) - Il gruppo di private equity Stirling Square Capital Partners ha realizzato il buyout di Microtecnica, costruttore di componenti di volo critici per il settore aeronautico.

Il valore della transazione, si legge in un comunicato, non è stato reso noto, ma una fonte finanziaria dice che "si aggira attorno agli 80 milioni di euro".

Microtecnica faceva capo ad Hamilton Sundstrand, una controllata di United Technologies Corporation (UTX.N: Quotazione). Basata a Torino, Microtecnica progetta e produce sottosistemi e componenti di volo per il settore aeronautico. Fra i suoi clienti figurano Avio, Alenia, Bombardier, Airbus e Agusta Westland. Nel 2007 la società ha generato ricavi per 124 milioni.

Stirling Square, ha spiegato a Reuters Stefano Bonfiglio, partner del fondo con sede a Londra, ha puntato su Microtecnica "perché conosce bene il settore della componentisca per l'aerospace" e "apprezza il management".

Obiettivo di Stirling Square è "fare crescere Microtecnica in modo organico" e anche, "nel medio periodo, attraverso acquisizioni mirate, creare un polo di componentistica italiano".

Stirling, assistita dallo studio legale Ashurst, ha ottenuto un finanziamento di 72 milioni da Bnl e Unicredit (affiancate da Gianni Origoni Grippo), in parte destinato all'acquisizione di Microtecnica.

Il deal ha visto lo studio Pavia e Ansaldo assistere Stirling, mentre Cleary Gottlieb ha affiancato il venditore. Eidos Partners è stata advisor finanziario di Stirling Square per il reperimento del debito di acquisizione.