Serravalle, Consiglio Provincia Milano approva nuovo statuto

mercoledì 19 dicembre 2007 19:43
 

MILANO, 19 dicembre (Reuters) - Il Consiglio provinciale di Milano ha approvato, la notte scorsa, il nuovo statuto di Serravalle, la società che gestisce un tratto dell'autostrada per Genova e le tangenziali del capoluogo lombardo.

La delibera di modifica, si legge in un comunicato di Palazzo Isimbardi, è passata con 28 voti favorevoli, 2 astemuti della Lega Nord e 4 voti contrari di An, Forza Italia e Udc.

La modifica principale allo statuto, riferisce una fonte vicina alla materia, riguarda la composizione del cda di Serravalle: 5 consiglieri saranno nominati dagli enti pubblici azionisti, uno dai privati e uno dalla Camera di Commercio di Milano.

L'ingresso nel cda del gruppo che fa capo a Marcellino Gavio, a cui fa capo il 13,595% di Serravalle, alla luce del nuovo statuto, non dovrebbe essere possibile, almeno a breve.

Una fonte politica spiega che "gli emendamenti importanti presentati dall'opposizione sono stati respinti dalla maggioranza di centro-sinistra". Non senza qualche mal di pancia, visto che sono state necessarie due interruzioni, durante le quali il presidente della Provincia, Filippo Penati, pare abbia chiesto compattezza e la sinistra arcobaleno si è spaccata.

L'unico emendamento di sostanza che è stato votato dall'aula riguarda la trasparenza degli atti di Serravalle.

Ieri, l'assemblea di Serravalle ha approvato la distribuzione agli azionisti di riserve per 32,4 milioni di euro. Max Bruschi di Forza Italia, interpellato da Reuters, definisce "una sconcezza" questa mossa, tesa, a suo dire, "a consentire ad Asam di chiudere in utile il bilancio".

Asam è la holding della Provincia che controlla il 52,9% del capitale di Serravalle.