Sirti, Viit lancia seconda Opa per delisting titolo

martedì 19 febbraio 2008 10:25
 

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Veicolo Italiano Investimenti tecnologici (Viit) lancia una nuova offerta pubblica di acquisto su base volontaria sul 6,067% del capitale di Sirti SIR.MI che non possiede dopo la conclusione della prima Opa.

L'operazione, finalizzata alla revoca dalla quotazione del titolo, viene promossa ad un corrispettivo di 2,65 euro per azione, lo stesso prezzo offerto nella prima offerta, si legge in una nota.

La prima Opa obbligatoria si è conclusa lo scorso 8 febbraio con adesioni pari al 24% circa del capitale di Sirti portando il veicolo composto dai gruppi di private equity Euraleo e 21 Partners Sgr a detenere direttamente ed indirettamente il 93,93% del capitale della società.

Viit si era in precedenza impegnata, in caso di un partecipazione superiore al 90% ma inferiore al 95%, di ricostituire il flottante, ma alla luce dell'andamento negativo del titolo nel periodo immediatamente successivo alla chiusura della prima Opa ha ritenuto che un ripristino del flottante "sarebbe potuto risultate eccessivamente penalizzante soprattutto sotto il profilo economico".

Di conseguenza ha modificato i propri programmi "riconsiderando come prioritaria la revoca dalla quotazione".

L'efficacia della nuova offerta è condizionata al raggiungimento di una partecipazione diretta ed indiretta di almeno il 95% del capitale di Sirti, che se raggiunta darà lugo all'obbligo di acquisto (sell out) e all'esercizio del diritto di acquisto (squeeze out).

Nel caso in cui non si verificasse la condizione di efficacia dell'offerta, Viit ripristinerà il flottante con le modalità già annunciate entro l'8 maggio prossimo.