Unicredit, FT: hedge fund Artradis con Qvt in disputa kazaka

lunedì 18 febbraio 2008 10:40
 

MILANO (Reuters) - L'hedge fund di Singapore Artradis si è unito alla battaglia del fondo Usa QVT Financial per spingere Unicredit a pagare un prezzo più alto nell'ambito dell'acquisto della banca kazaka Atf.

Lo scrive oggi il Financial Times.

Martin Diggle, responsabile investimenti di Artradis Russian Opportunities Fund, ha detto che gli azionisti privilegiati di Atf sono stati "materialmente svantaggiati" dall'offerta di Unicredit, che valuta le azioni appena più della metà dei titoli ordinari, si legge nell'FT.

I due fondi insieme, sottolinea il quotidiano, hanno il 12,3% delle azioni privilegiate Atf.

QVT ha accusato Unicredit di aver violato i diritti degli investitori di minoranza di Atf per quanto riguarda la valutazione delle azioni privilegiate della banca kazaka.

Unicredit respinge però le accuse degli hedge fund, ritenendo che il prezzo offerto sia pienamente conforme alle leggi kazake.

Secondo la banca "tutte le azioni intraprese erano pienamente conformi alle legge applicabili e i diritti degli azionisti di minoranza sono sempre stati rispettati e protetti dal gruppo Unicredit".

Lo scorso novembre Unicredit, tramite la controllata Bank Austria, ha finalizzato l'acquisizione del 91,8% del capitale di Atf Bank per un importo di circa 2,1 miliardi di dollari. In particolare, Bank Austria ha rilevato il 95,6% delle azioni ordinarie e l'85% delle privilegiate.

Il 17 novembre Bank Austria ha quindi lanciato un'offerta pubblica di acquisto obbligatoria sulle restanti azioni Atf al prezzo di 84,37 dollari per le ordinarie e di 47,03 dollari per le privilegiate, valori corrispondenti a quanto concordato dalla banca austriaca con gli azionisti di maggioranza di Atf.

Qvt ha però ottenuto da un tribunale locale un'ingiunzione che ha sospeso l'offerta.

 
<p>L'AD di Unicredit Alessandro Profumo. REUTERS/Dario Pignatelli (ITALY)</p>