PUNTO 1 -Fondi, misure da tavolo Draghi prima di estate- Messori

lunedì 17 marzo 2008 15:14
 

(aggiorna con nota Assogestioni secondo paragrafo, aggiunge Candylaftis dal quarto paragrafo, dettagli)

MILANO, 17 marzo (Reuters) - I lavori del tavolo promosso dal governatore della Banca d'Italia Mario Draghi per risolvere la crisi dei fondi in Italia sono a uno stadio preliminare, ma Assogestioni punta molto sull'esito del confronto e si aspetta che le prime indicazioni di policy giungano prima dell'estate.

Lo ha detto il presidente dell'associazione Marcello Messori prima di entrare all'assemblea annuale che oggi ha nominato vicepresidente l'AD di Eurizon Capital sgr Francis Candylaftis e ha integrato il consiglio direttivo con Giuseppe Malinverni e Michel Pelosoff, rispettivamente direttore Generale di Aureo Gestioni sgr e AD di Crédit Agricole Asset Management SGR.

"Assogestioni punta moltissimo su questo tavolo", ha detto a Reuters Messori.

L'associazione è ottimista e si aspetta che vengano decise misure concrete "prima dell'estate". Bankitalia potrà intervenire direttamente su alcuni fronti ma su altri potrà solo fare raccomandazioni che dovranno poi essere tradotte dalle autorità competenti.

"Meglio avere delle misure non necessariamente spettacolari, ma che siano prese, piuttosto che avere raccomandazioni estremamente ambiziose che rimangono poi senza risultati", ha detto a Reuters Candylaftis al termine dell'assemblea.

Dopo il primo incontro, avvenuto a febbraio, il tavolo si riunirà ancora in due occasioni.

"Sono tempi veloci ma credo che la situazione richieda di essere veloci, al ritmo (di deflussi) che abbiamo visto sui primi mesi dell'anno 2008 veloci biosgna esserlo", ha concluso l'AD che è andato ad affiancare Dario Frigerio (AD di Pioneer Global AM) e Pietro Giuliani (Azimut sgr) alla vicepresidenza dell'associazione.

Il sistema fondi in Italia da inizio anno ha perso oltre 26 miliardi dopo il rosso record di 49 miliardi del 2007.