Eurizon sgr, "contatti" all'estero per acquisizione -Candylaftis

lunedì 17 marzo 2008 14:59
 

MILANO, 17 marzo (Reuters) - Eurizon Capital sgr ha in corso diversi contatti con possibili prede estere per rafforzare le proprie competenze gestionali con l'obiettivo di ribilanciare il proprio portafoglio clienti.

Lo ha detto oggi a Reuters l'AD del primo gruppo italiano di asset manangement Francis Candylaftis (Intesa SP (ISP.MI: Quotazione)), nominato oggi vicepresidente di Assogestioni.

"Vogliamo andare all'estero per le competenze di gestione e per vendere; e per vendere all'estero bisogna rafforzare le competenze di gestione", sintetizza Candylaftis precisando che, in vista di una possibile acquisizione "abbiamo contatti su più fronti".

Secondo la stampa Eurizon sarebbe vicina ad un accordo per rilevare i fondi hedge GAM da Julius Baer BAER.VX.

Candylaftis non ha voluto commentare le indiscrezioni, limitandosi a notare che "un'azienda come Gam ha molto competenze".

Il rafforzamento delle competenze dovrebbe ribilanciare il portafoglio clienti "consentendoci di avere un margine più ampio nella definizione della politica commerciale", spiega ancora l'AD.

L'obiettivo non è prederteminato - può essere sia una boutique finanziaria che un'entità dotata anche di struttura distributiva - e, di conseguenza, non è definito rigidamente neppure il budget a disposizione.

"Va visto in una logica di opportunità", commenta. E il momento è buono per comprare. Dopo una stagione di M&A che ha infiammato il settore, "negli ultimi mesi i prezzi sono in ridimensionamento".

Sul fronte vendita, la logica per svincolarsi dalla clientela "captive" e andare oltreconfine è quella di replicare quello che hanno fatto i player esteri per entrare in Italia.

"Uno dei canali che cercheremo di rafforzare sono i fund users cioè quelli che utilizzano i fondi all'interno dei loro prodotti", ha spiegato Candylaftis.