PUNTO 1 - JPMorgan, utile netto trim1 cala 50% su svalutazioni

mercoledì 16 aprile 2008 14:08
 

(aggiunge dettagli, dichiarazioni Ceo)

NEW YORK, 16 aprile (Reuters) - JPMorgan Chase & Co (JPM.N: Quotazione), la terza maggiore banca Usa, ha chiuso il primo trimestre con utili in calo del 50%, colpiti da svalutazioni per leveraged loan e mutui e da un incremento delle riserve sul credito.

L'utile netto è sceso a 2,37 miliardi di dollari, o 68 cent per azione, da 4,79 miliardi, o 1,34 dollari per azione, dell'anno precedente.

Le attese, secondo i dati Reuters Estimates, erano di 0,71 dollari per azione.

Le entrate nette sono scese dell'11% a 16,89 miliardi di dollari.

"Le nostra attese sono che il contesto economico continui ad essere debole e che i mercati dei capitali restino sotto stress" ha detto il Ceo Jamie Dimon. "Questi fattori hanno influito e probabilmente continueranno ad avere un impatto negativo sulle perdite di credito della nostra società, i generali volumi e guadagni, forse per il resto dell'anno o oltre".

Nel primo trimestre gli accantonamenti per perdite sul credito dei Retail financial services si sono attestati a 2,5 miliardi, mentre per l'Investment banking sono ammontati a 618 milioni.

L'istituto ha messo da parte 5,11 miliardi di dollari in vista di perdite sul credito, oltre il triplo rispetto a 1,6 miliardi di dollari dell'anno precedente, e in rialzo da 3,16 miliardi nel quarto trimestre.   Continua...