Wall Street, Dow e S&P sulla parità, Nasdaq balza dell'1%

lunedì 16 giugno 2008 20:00
 

NEW YORK, 16 giugno (Reuters) - Gli indici Dow Jones e S&P 500, pur frenati dalla contrazione mostrata dall'indice manifatturiero dell'area di New York a giugno, si portano in parità grazie a un lieve raffreddamento del prezzo del greggio, mentre il Nasdaq balza di quasi un punto percentuale.

A pesare sui due indici sono anche i downgrade di alcuni tra i titoli più capitalizzati, come General Electric (GE.N: Quotazione), AT&T (T.N: Quotazione) e Verizon (VZ.N: Quotazione), mentre un buon sostegno viene dal settore bancario e in particolare dal super-rimbalzo della banca d'investimento Lehman Brothers LEH.N.

Alle 19,50 il paniere delle blue chip Dow Jones .DJI cede lo 0,09% a 12.296,28 punti, l'indice Standard & Poor's 500 .SPX sale dello 0,14% a 1.361,02 punti. L'indice composito Nasdaq .IXIC avanza dello 0,84% a 2.475,15 punti.

Lehman guadagna il 5% dopo che l'Ad Richard Fuld si è assunto interamente le responsabilità per la perdita di 2,8 miliardi di dollari messa in bilancio dall'istituto per la prima volta nella sua storia, rassicurando così gli investitori sulla solidità della banca.

"A una prima analisi non sembra che i risultati di Lehman siano stati così disastrosi e questo ha certamente dato un po' di conforto al mercato", ha commentato un trader da New York. "Dall'altro lato, i titoli usciti durante la conference call mostrano che la situazione della banca è tutta in divenire".

All'interno del comparto Goldman Sachs (GS.N: Quotazione) e Merrill Lynch (MS.N: Quotazione), che daranno i dati nei prossimi giorni, salgono rispettivamente dell'1,99% e del 3,36%.

Sul Nasdaq invece si mette in luce Teva Pharmaceuticals TEVA.O, balzata del 5% sull'annuncio di risultati positivi nella cura del morbo di Parkinson.

Ben acquistata Research in Motion RIMM.O, produttrice dell'apparecchio Blackberry, che guadagna oltre il 5% nel giorno in cui la rivale Nokia ha annunciato il lancio di due telefonini concorrenti, giudicati però 'inoffensivi' dalla compagnia Usa.