Bear Stearns riceve notifica dalla Sec e rischia causa da Ftc

martedì 15 aprile 2008 15:45
 

NEW YORK, 15 aprile (Reuters) - Nel giro di alcune settimane la banca d'investimento Usa Bear Stearns BSC.N scomparirà assorbita dalla rivale JP Morgan Chase (JPM.N: Quotazione), ma non per questo spariranno i suoi guai legali.

Bear Stearns, infatti, ha rivelato di aver ricevuto dalla Sec, l'autorità di controllo della Borsa Usa, la notifica - meglio nota come "Wells notice" - di probabile avvio di un procedimento civile per violazione della concorrenza nell'ambito della procedura d'acquisto di titoli municipali.

Bear ha detto che i regolatori stanno passando al vaglio "la procedura d'acquisto dei derivati municipali offerti a Stati, comuni e altre emittenti di bond".

La banca ha anche rivelato di essere oggetto d'indagine da parte del dipartimento della Giustizia per quanto riguarda le sue attività sul mercato dei titoli municipali a partire dagli anni Novanta.

Come vuole la prassi, ora Bear Stearns avrà la possibilità di rispondere alla Sec prima che questa avvii formalmente un procedimento nei suoi confronti. Ma i guai di Bear, che saranno ereditati da JP Morgan appena la fusione sarà completata a giugno, non finiscono qui.

La banca infatti ha anche rivelato che la sua divisione mutui, Emc Mortgage Corp, è stata messa sotto accusa il mese scorso dalla Federal Trade Commission per violazione delle leggi a protezione dei consumatori. Prima di avviare un reclamo la Ftc le avrebbe offerto di risolvere la questione tramite un negoziato.

Infine c'è il capitolo sui fondi hedge. I liquidatori di due fondi falliti lo scorso anno hanno inoltrato una causa federale all'inizio del mese contro la banca e la compagnia di revisione Deloitte & Touche. La causa, che punta a recuperare più di un miliardo di dollari di perdite oltre ai danni, accusa Bear e Deloitte di non aver rispettato gli obblighi di fiducia e professionalità.