Borsa Usa in calo, ma sopra minimi, pesano timori recessione

giovedì 13 marzo 2008 16:40
 

NEW YORK (Reuters) - Gli indici azionari americani viaggiano sotto la parità, ma sono sopra i minimi toccati poco dopo l'apertura.

I dati sulle vendite al dettaglio Usa di febbraio, risultati inferiori alle aspettative, hanno riacceso oggi i timori di una recessione innescata da una crisi dei consumi. Aiutano, però, le dichiarazioni dell'agenzia di rating S&P, secondo cui sarebbe vicina la fine delle svalutazioni dei crediti almeno per le grandi istituzioni finanziarie.

Il ribasso di oggi cade due giorni dopo l'annuncio della Fed di un'iniezione di liquidità da 200 miliardi di dollari per sostenere il mercato del credito che aveva fatto segnare rialzi consistenti per tutti i listini.

Sulla seduta odierna di Wall Street si fa sentire il crollo di Carlyle Capital Group, fondo olandese controllato dalla società Usa di private equity Carlyle Capital, che è andato in default per un debito di 16,6 miliardi di dollari.

Tra i titoli finanziari, più sensibili alla situazione del mercato del credito, il gruppo assicurativo American International Group è in discesa del 4,1% sui timori che possa subire perdite superiori al previsto nel proprio portafoglio di derivati.

Attorno alle 16,30 italiane il Dow Jones cede lo 0,73%, lo S&P 500 perde lo 0,76% e il Nasdaq lo 0,86%.

 
<p>Alcune insegne della borsa di New York. REUTERS/Brendan McDermid (UNITED STATES)</p>